Aspettando Venezia-Salernitana, le novità di mister Menichini

menichini, salernitana
Foto: sito ufficiale U.S. Salernitana 1919

Domani alle ore 18 andrà in scena l’atto finale tra Salernitana e Venezia. La posta in palio perle due squadre è altissima, ed i granata sapranno che al Penzo dovranno combattere per 90′: mister Menichini, nel frattempo, ripensa al 4-3-3

Un solo giorno ancora, e la Salernitana dovrà giocarsi la salvezza allo stadio Penzo. Ad attenderla un agguerrito Venezia, che qui all’Arechi ha dimostrato tanta forza di volontà. Gli uomini di Cosmi hanno accorciato le distanze nei minuti finali con Zigoni; un gol che, non solo ha completamente riaperto la partita, ma che ha lasciato l’amaro in bocca a tutti i tifosi. Terminare il match con la porta inviolata avrebbe alzato le statistiche del successo finale per i granata, ma adesso poco importa ripensare al passato. In terra veneta dovranno scendere in campo 11 leoni, che dovranno lottare per tutti i 90′.

Nel frattempo, il tecnico della Salernitana Leonardo Menichini potrebbe ripresentare di nuovo il 4-3-3, ma questa volta con una sorprendete novità. Stando a quanto riportato da “Salernitananews”, infatti, il tecnico potrebbe schierare nel tridente Tiago Casasola. L’argentino è ritornato a disposizione di Menichini, ed è stato testato nell’allenamento tenuto ieri al Mary Rosy. A perdere il posto, nonostante la prova di grande sostanza, sarà Orlando. Questo però non esclude un suo impego a partita in corso. A completare il tridente i due autori dei gol, Jallow e Djuric. Ancora panchina per Calaiò, non entrato al meglio nel match di mercoledì, e per Rosina. 

In mezzo al campo potrebbe tirare il fiato Minala; al suo posto salgono le quotazioni di Akpa Akpro. A completare il centrocampo per la Salernitana l’inamovibile Di Tacchio, e Odjer. 

Nel reparto difensivo, Menichini si affiderà a Migliorini e Mantovani. I due centrali saranno supportati da Lopez e Pucino sulle corsie esterne.