Pontecagnano: viabilità, sicurezza, opere e rifiuti in Consiglio Comunale

Pontecagnano Faiano
foto: pagina facebook Comune Pontecagnano Faiano

Questa sera, presso il Comune di Pontecagnano Faiano, si è tenuto un Consiglio Comunale che ha visto protagonisti i temi di viabilità, sicurezza e rifiuti

Questa sera, 10 Aprile, presso il Comune di Pontecagnano Faiano si è tenuto un Consiglio Comunale che visto protagonisti i temi di viabilità, sicurezza e rifiuti.

I Consiglieri di minoranza Ferro, Mazza e Pastore hanno posto in essere tre mozioni riguardanti tali tematiche.

Una prima mozione sulla viabilità di via Pompei. La zona che va dal cimitero comunale al borgo di Faiano, risulta da tempo in uno stato di degrado. Si è richiesto, per tanto, di “migliorare la viabilità tramite un rafforzamento della segnaletica orizzontale e verticale, dell’impianto di illuminazione, dell’area pedonale.” I lavori, iniziati tempo fa con il rifacimento della rete fognaria, a detta del Sindaco Lanzara, continueranno perseguendo gli obiettivi richiesti dalla mozione.

Una seconda mozione ha visto protagonista il tema della sicurezza dei cittadini a seguito dell’aumento dei furti ai danni di privati e pubblici. La proposta, accolta con interesse dal Sindaco, chiede la creazione di “un fondo collettivo per cittadini. Tale fondo rappresenterà un’eventuale polizza assicurativa in caso di danni e furti.” Tecnicamente non è considerabile a priori un programma economico, ma si può valutare la possibilità di creare un “ente preposto a tale problema”.

La terza mozione ha trattato uno dei temi più sentiti dai cittadini: i rifiuti. Durante il consiglio, questo ha generato dibattiti e polemiche nella città, raccolti nell’immaginario collettivo nella figura dell’impianto di stoccaggio e nell’eco distretto di compostaggio, la cui realizzazione potrebbe interessare la zona di via Irno. Il dibattito riguarda principalmente l’impatto ambientale, ma soprattutto la questione imprenditoriale e burocratica.

La minoranza ha espresso il suo dissenso nei confronti della questione. Definiscono l’incoerenza della maggioranza come “un escamotage politico” e invitano la comunità ad un incontro con dei movimenti cittadini che si terrà la mattina del 14 Aprile nel cuore della città, a Piazza Sabbato. 

Il Sindaco ha sottolineato che l’area in questione è deputata alla realizzazione di impianti di questo genere da parte di imprenditori privati, con il supporto di finanziamenti pubblici. Inoltre si è detto contrario ad un impianto che non rispetti le norme ambientali. Il “no” più importante che il Sindaco ha ribadito è legato alla viabilità della zona che, pare, non consentirebbe il transito di tir di una determinata grandezza e portata.  “Il Sindaco non è però disposto a rinunciare alla possibilità di imprenditorialità o di un impianto controllato, serio e su un concetto nuovo di impiantistica di rifiuti e viabilità.” 

Il problema consiste nella discontinuità tra la volontà politica e l’attività degli uffici ed enti preposti. Alla “Netta contrarietà ad ogni ipotesi di realizzazione di impianti di stoccaggio su via Irno” si è così votato all’unanimità. Il Sindaco ha tenuto però ribadire che tale menzione è manchevole dai punti di vista della viabilità e della conformità urbanistica (gli unici punti sui quali realmente l’amministrazione ha facoltà di decidere).

Si è poi discusso velocemente su una serie di punti relativi al bilancio: la disciplina della Tassa dei Rifiuti TARI; l’adozione del programma triennale delle Opere Pubbliche (impianti sportivi, sottovia pedonale ecc..), fortemente criticato; la dichiarazione di inesistenza di aree da destinarsi in assegnazione a residenza ed attività produttive; il piano di alienazione-valorizzazioni degli immobili ex art.58 L.n. 133/2008; l’approvazione bilancio di previsione per gli esercizi 2019/2021 e l’approvazione della delibera relativa l’Azienda Speciale “Pontecagnano Faiano”.