Caggiano, misura cautelare di allontanamento per un 28enne



cava

Il 28enne di Caggiano, dopo una violenta lite, aveva danneggiato gli arredi e percosso la moglie ed il suocero. Sul posto sono giunti i Carabinieri: i Militari hanno disposto la misura cautelare di allontamento d’urgenza dalla casa familiare

I Carabinieri della Compagnia di Sala Consilina, diretti dal Capitano Davide Acquaviva, hanno disposto la misura cautelare dell’allontanamento d’urgenza dalla casa familiare con divieto di avvicinarsi ai luoghi abitualmente frequentati dalle persone offese nei confronti di un 28enne di Caggiano.

I militari della Stazione di Caggiano, immediatamente accorsi su segnalazione dei vicini alla Centrale Operativa di Sala Consilina, coglievano il giovane che, dopo una violenta lite nell’appartamento ove viveva con la moglie 24enne, aveva danneggiato diversi arredi e percosso la giovane ed il suocero, ivi accorso per soccorrere la propria figlia, provocando loro lievi lesioni.

I Carabinieri ricostruivano altresì diversi episodi di violenze e minacce dello stesso genere, consumate nel corso degli ultimi tempi, contestando al predetto i reati di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali.

Tale azione di contrasto dell’Arma valdianese va ad aggiungersi ad altre azioni di contrasto nonché di prevenzione attraverso la sensibilizzazione del tema della violenza di genere, inserendosi nel piano di costante e sensibile prossimità delle vittime vulnerabili, in collaborazione con gli enti individuati dal piano nazionale antiviolenza.

 

Leggi anche