Violenza sessuale al centro benessere di Cava, nuovi inquietanti dettagli



Nocera Superiore

Nuovi inquietanti dettagli gettano luce sull’intricata vicenda del centro benessere a Cava de’ Tirreni. Il volto di un bimbo di 8 anni appare nel video

Un nuovo video trovato sul cellulare del “massaggiatore” ovvero il titolare del centro benessere rivela altri inquietanti dettagli. Le immagini riprendono, secondo quanto rivela il quotidiano Metropolis,  un ragazzino di otto anni costretto ad avere un rapporto sessuale con una donna. Si tratta del terzo video registrato sul telefonino di Giuseppe Alfieri, ora al vaglio del sostituto procuratore Elena Guarino.

Continua ad allargarsi l’inchiesta che sembrerebbe condurre alla ricostruzione di una grande rete di pedofilia. Giuseppe Alfieri Simone Criscuolo, sono attualmente in arresto con le accuse di violenza sessuale di gruppo, riproduzione e diffusione di materiale pedopornografico e privazione della libertà personale. Ancora ignoti gli altri due complici.

Oggi, durante l’interrogatorio di garanzia che si svolgerà in carcere, il 51enne cavese che si dice disposto a collaborare,  potrebbe aiutare le autorità ad identificare i suoi complici.

 

 

Leggi anche