Home Prima Pagina Vietato l'uso degli occhialini 3D ai minori di 6 anni

Vietato l’uso degli occhialini 3D ai minori di 6 anni

Covid-19

Italia
14,709
Totale Casi Attivi
Updated on 6 July 2020 20:30
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag

A rendere nota la notizia, attraverso una circolare, sono, con la collaborazione del Consiglio Superiore di Sanità, il Ministero della Salute e il Ministero dello Sviluppo Economico  che regolamentano attraverso un foglio illustrativo tutte le “istruzioni”  circa l’uso e le controindicazioni che possono verificarsi in seguito all’eccessivo uso dei famigerati occhiali in 3D.

- Advertisement -

Un atto dovuto in seguito al sempre più diffuso uso dei sopra citati occhiali, al cinema così come in casa. Gli occhiali 3D possono causare disturbi della vista e stati di malessere generale, sia negli adulti che nei bambini.  Di seguito le avvertenze riportate sulla circolare e che presto i produttori saranno obbligati ad allegare all’oggetto in questione.

1) L’utilizzo di occhiali 3D in ambito domestico per la visione di spettacoli televisivi

  • È controindicato per i bambini al di sotto dei 6 anni di età;
  • Per i soggetti dai 6 anni fino all’età adulta, deve essere limitato alla visione per un tempo massimo orientativamente pari a quello della durata di uno spettacolo cinematografico;
  • La medesima limitazione temporale è consigliata anche agli adulti;
  • Deve essere limitato esclusivamente alla visione dei contenuti in 3D

2) Le modalità per effettuare un’idonea e periodica pulizia ed eventuale disinfezione in caso di particolari evenienze-infezioni oculari, infestazioni del capo, uso promiscuo, etc. Laddove la disinfezione degli occhiali non sia possibile in quanto potrebbe compromettere la funzionalità degli occhiali 3D, va comunicato al consumatore che in presenza di tali evenienze-infezioni è controindicato l’utilizzo degli occhiali 3D da parte del soggetto interessato fino alla scomparsa delle suddette circostanze.
3)  Gli occhiali 3D devono essere tenuti fuori dalla portata dei bambini qualora vi sia la presenza di piccole parti mobili ingeribili.
4)  Gli occhiali 3D devono essere utilizzati contestualmente agli strumenti correttivi della visione nel caso il consumatore sia portatore di lenti (occhiali da vista o lenti a contatto).
5)  È opportuno interrompere la visione in 3D in caso di comparsa di disturbi agli occhi o di malessere generale e, nell’eventualità di una persistenza degli stessi, di consultare un medico.

 

LiveZon
zerottonove