Valle dell’Irno, di nuovo l’incubo cantiere in tangenziale



Salerno-Avellino

Valle dell’Irno, riapre il cantiere in tangenziale che aveva sollevato le proteste di diversi sindaci. Era stato chiuso in occasione di Luci d’Artista

Valle dell’Irno, ritornano i giorni da calvario per tutti i residenti nella Valle che, al mattino, devono raggiungere in auto o bus la città capoluogo.

Secondo quanto riporta La Città, l’Anas ha infatti confermato quanto disposto in Prefettura durante un vertice nell’ottobre scorso: da lunedì riprenderanno i lavori di manutenzione straordinaria sulla carreggiata sud del viadotto “Irno” in tangenziale.

Si ricrea quindi il cosiddetto “imbuto di Fratte”, visto che proprio all’inizio del cantiere convergono i flussi di traffico della viabilità ordinaria e quelli provenienti in uscita dalla Avellino-Salerno e dalla Napoli-Salerno.

Anche stavolta è previsto il restringimento della carreggiata sud – direzione di Pontecagnano – tra Fratte e l’uscita Rione Petrosino. Secondo l’Anas i lavori dovrebbero essere ultimati entro la fine del mese di marzo. Il cantiere ha già sollevato polemiche, soprattutto da parte di sindaci della Valle dell’Irno che avevano denunciato come le lunghe code che si formavano lungo la bretella autostradale costituissero un serio problema per la sicurezza.

Denunce cadute poi nel vuoto: da lunedì, smontate a Salerno le Luci d’Artista (motivo per il quale il cantiere fu chiuso a novembre) si ritorna al caos.

Leggi anche