UNISA: 17 docenti tra i primi 100.000 al mondo per Stanford University



salerno unisa

Un’indagine condotta da alcuni ricercatori della Stanford University vede 17 docenti dell’UNISA tra i primi 100.000 studiosi del mondo classificati per produzione scientifica

Il prestigio del personale dell’UNISA aumenta: secondo una classifica stilata da alcuni ricercatori della Stanford University, dei 100mila scienziati internazionali, afferenti a diversi ambiti disciplinari e con maggiore impatto scientifico, 17 di questi appartengono all’Università degli Studi di Salerno.

L’indagine è stata condotta partendo dal database Scopus, contenente l’elenco degli studiosi del mondo classificati per produzione scientifica. Successivamente è stato elaborato un indicatore composito che tiene conto di tutti i possibili parametri bibliometrici (h index, numero pubblicazioni, citazioni, rilevanza riviste, rilevanza settore, etc.), in modo da generare una classifica più ampia, focalizzata sulla rilevanza scientifica degli scienziati.

Sono stati analizzati oltre 6.800.000 curriculum dei scienziati in tutto il mondo e appunto tra i primi 100.000 troviamo i nomi dei 17 del Campus salernitano che sono: Nicola Maffulli, Ernesto Reverchon, Paolo Barone, Pierluigi Siano, Palmiero Monteleone, Andrea De Lucia, Mario Salerno, Alessandra Lattanzi, Massimo Cirillo, Vittoria Vittoria, Valerio Bozza, Vincenzo De Feo, Luigi Rizzo, Giangennaro Coppola, Riccardo Zanasi, Gaetano Guerra, Fernando Fraternali.

Lo studio si chiama “A standardized citation metrics author database annotated for scientific field”, pubblicato su Plos Biology, ed è stato curato da: John P. A. Ioannidis, Jeroen Baas, Richard Klavans, Kevin W. Boyack.

Leggi anche