San Cipriano Picentino: gli rubano l’auto e poi l’abbandonano

cava

La scorsa notte un uomo di San Cipriano Picentino è stato rapinato della propria autovettura: un vecchio modello di Fiat Panda. Ritrovata poche ore dopo con serbatoio vuoto

Ieri mattina un’uomo di San Cipriano Picentino ha denunciato il furto della propria autovettura: una Fiat Panda vecchio modello.

Pare che l’auto sia stata rubata durante la notte, in Piazza Umberto I, dove era posteggiata.

Ai ladri è bastato girare la chiave per mettere in moto l’automobile. Il proprietario infatti aveva dimenticato di rimuoverla dal quadro di accensione.

Si sospetta che i malviventi siano giovanissimi e che abbiamo usato la vettura per scorribande notturne.

Le Forze dell’Ordine, dopo aver raccolto la denuncia di furto da parte del proprietario, hanno rastrellato l’intero territorio comunale e sono riusciti a ritrovare l’auto in meno di 24ore.

Il veicolo, scovato nei pressi dell’Istituto comprensivo A Genovesi di San Cipriano Picentino, risultava in buone condizioni ma con serbatoio vuoto.

La macchina è stata, naturalmente, recuperata e restituita al suo legittimo proprietario.

Ma a che cosa è servita? Se lo chiedevano ieri gli stessi Carabinieri. È stata forse già utilizzata, per commettere qualche furto o rapina? Oppure era stata lasciata a disposizione proprio per compiere qualche atto di microcriminalità, ancora in fase di pianificazione?

Sono in corso le indagini. L’ipotesi più probabile è la bravata.

Più che un furto professionale la scomparsa della super utilitaria sembrerebbe un atto di millanteria provocatoria.