Salerno, presentazione Master Plan Aeroporto



Salerno

Si è tenuta ieri sera, presso il Salone dei Marmi di Palazzo di Città, la presentazione del Master Plan Aeroporto Internazionale Salerno – Costa d’Amalfi

Ieri pomeriggio presso il Salone dei Marmi di Palazzo di Palazzo di Città di Salerno, si è svolta la presentazione del Master Plan Aeroporto Internazionale.

Dopo un saluto ed un breve intervento del Primo Cittadino, Vincenzo Napoli, circa le nuove possibilità di lavoro, ad introdurre i lavori, è stato il Presidente della IV Commissione Urbanistica, Lavori Pubblici e Trasporti della Regione Campania, Luca Cascone, il quale ha illustrato la progettualità del nuovo aeroporto, che vedrà dirottati da Napoli a Salerno oltre 4500 voli.

Di seguito, l’intervento del sindaco di Pontacagnano Faiano: “Ringrazio chi in questi anni ha lavorato in maniera incessante per arrivare a questo momento. – ha dichiarato Giuseppe LanzaraNoi da sindaci del territorio possiamo solo dire che siamo contenti e che cercheremo di accompagnare tutti i processi che la Regione Campania sta mettendo in atto. L’aeroporto rivoluzionerà tutta l’area di Pontecagnano. Il tema dell’aeroporto di interseca con quello della viabilità, alla metropolitana, della fascia costiera. Attorno vi è anche un nuovo ospedale, così come tanti altri progetti che la Regione Campania sta portando avanti. Il nostro territorio deve vivere sempre di più di turismo e servizi e dunque queste opere rivoluzioneranno e valorizzeranno ancora di più le nostre eccellenze.

Le conclusioni di Vincenzo De Luca

Al governatore Vincenzo De Luca sono state affidate le conclusioni:Abbiamo deciso di affrontare il problema dell’aeroporto. Il centro del nostro programma è uno soltanto, il lavoro. Noi stiamo vivendo una fase della storia del mondo che è straordinariamente complicata e maledettamente difficile per un paese che è l’Italia e l’Europa. L’Italia da un ventennio è il paese che cresce meno di tutti. Ci sono statistiche che prevedono che tra 25 anni la Campania avrà la metà della popolazione perché ragazzi e ragazze emigreranno per andare a lavorare.

Quando abbiamo iniziato a lavorare abbiamo pensato a garantire uno spazio per una competizione mondiale, pensando all’aspettativa di vita per i nostri figli. Abbiamo deciso di concentrarci su scelte fondamentali che, a nostro parere, consentono alla Campania di avere il suo spazio nel mondo. Abbiamo deciso di concentrare le risorse su quelli che sono i settori trainanti. Puntiamo su quei settori dove abbiamo delle eccellenze.”

Leggi anche