Salerno, aggregazione e solidarietà protagoniste della Onlus “A casa di Andrea”

salerno

Un luogo confortevole dove poter studiare, lavorare o partecipare a numerosi eventi solidali. Questa la mission della Onlus di Salerno “A Casa di Andrea – LVH”, che ha avviato diversi progetti anche in Brasile e Costa d’Avorio

Si chiama “A Casa di Andrea – LVH”, ed è l’Associazione Onlus tutta salernitana fondata dai signori Dino e Melina, in ricordo del figlio Andrea Cerbarano, scomparso prematuramente tre anni fa in seguito ad un incidente stradale.
Alla base del progetto vi è l’idea di porre e condividere obiettivi solidali, da raggiungere con le proprie forze ed in maniera indipendente.

Come si evince dal nome, la sede dell’Associazione, situata a Salerno in Via Posidonia 153, è un luogo confortevole, che invoglia all’aggregazione e alla condivisione.
Una vera e propria casa, dotata di un salotto accogliente, un ampio terrazzino, angolo bar attrezzato per colazioni mattutine ed aperitivi serali, giochi da tavola e postazione computer, per divertirsi, studiare o lavorare in totale tranquillità.

A tutto ciò si somma anche l’idea di una “ Casa di Andrea”  come spazio dove poter partecipare a numerosi eventi solidali. In soli due mesi di attività, infatti, la sede è stata teatro per lo svolgimento di diverse performance musicali, workshop di origami, aperitivi e degustazioni, oltre a sedute di cinema-therapy, presentazioni di libri e serate dedicate a giochi e quiz interattivi.

I fondi ricavati vengono totalmente impiegati per lo sviluppo di progetti già in corso promossi e sostenuti a nome dell’Associazione, che si avvale anche della collaborazione di uno staff presente in Costa d’Avorio e in Brasile, e coordinato dalla preziosa supervisione di Carmen Mirabella.

Nello specifico, “A Casa di Andrea – LVH” è impegnata, in Costa d’Avorio, nella costruzione di una scuola elementare nel villaggio di Kongonikro, mentre altri fondi sono stati investiti per la costruzione di un capannone industriale, dove quindici ragazzi del posto hanno potuto realizzare un allevamento di pulcini che permetterà loro di avere un reddito costante.
Allo stesso tempo, inoltre, altrettante quote vengono donate mensilmente in favore di un centro accoglienza per il recupero dei “meninos de rua”, in Brasile.

Diventando Soci e vivendo questa realtà, si ha l’opportunità di seguire l’evoluzione dei progetti internazionali, di prendere parte agli eventi solidali, di bere in compagnia, spendendo poco e devolvendo tutto in beneficenza.

Chi vive “A Casa di Andrea” si arricchisce, godendo di un’atmosfera ludica e divertente, ma al contempo magica e densa di amore, che lo porta a sentirsi parte di qualcosa di straordinariamente grande, di una nuova famiglia.

 

Articolo a cura di Nicole Rinaldi