Salernitana, contro il Pescara rientra titolare Andrè Anderson ? I dubbi di Menichini

salernitana
Foto: sito ufficiale U.S. Salernitana 1919

Per la Salernitana si avvicina il delicatissimo incontro con il Pescara: i granata saranno chiamati all’impresa nel match che segnerà una stagione intera. Le possibili idee di Menichini

Messaggio elettorale a pagamento commissionato da Carmine Vicinanza

La Salernitana si ritrova ad affrontare uno dei periodi più oscuri della propria storia. Sabato andrà in scena la difficilissima sfida dell’Adriatico, dove i granata avranno a disposizione un solo risultato utile per rimanere certi della permanenza in Serie B. Contro la formazione abruzzese servirà un miracolo, e proprio per questo la Società ha richiamato in panchina Leonardo Menichini. Il tecnico ha tirato già fuori i granata da una situazione disastrosa, e adesso proverà a replicare quanto fatto in passato.

Per la sfida di sabato, la squadra potrebbe scendere in campo un 4-2-3-1 inedito. Il tecnico toscano potrebbe optare per un ritorno alla difesa a 4, considerata anche l’assenza di Schiavi. Anche Mantovani rischia il posto, viste le performance negative delle ultime uscite. Nelle retrovie, dunque, dovrebbero fare coppia Migliorini e Gigliotti. Sulle corsie laterali quasi sicuro l’impiego di Casasola e Walter Lopez.

In mezzo al campo, stando a quanto riportato da “Salernonotizie“, verrà sperimentato il duo Di Tacchio-Odjer. Menichini potrebbe stravolgere il reparto offensivo, schierando Jallow, Andrè Anderson ed Orlando a supporto dell’unica punta Djuric. Il brasiliano classe ’99 potrebbe strappare il posto da titolare a Rosina, con quest’ultimo pronto a subentrare a partita in corso. Giocherà un ruolo fondamentale anche Calaiò; l’arciere rappresenta l’asso nella manica per il tecnico di Posnacco.

 

Salernitana: (4-2-3-1)

Micai; Casasola, Migliorini, Gigliotti, W. Lopez; Di Tacchio, Odjer; Orlando, Andrè Anderson, Jallow; Djuric.