Salernitana, tutto pronto per il Centenario: il programma

salernitana

Presentato questa mattina al Comune il ricco cartellone di eventi per il Centenario della Salernitana. Svelato il logo ufficiale realizzato dal liceo artistico Sabatini-Menna

“C’è solo una maglia”: con questo titolo emblematico è iniziato il lungo percorso che da due anni a questa parte sta conducendo, passo dopo passo, l’intera cittadinanza alla grande festa per i 100 anni della Salernitana.

Tanti tasselli pronti a confluire nelle celebrazioni che tifoseria e Comune hanno organizzato per il prossimo 19 giugno: un ricco cartelloni di eventi e attività ideati per unire la città in un’unica grande festa.

Filo conduttore sarà l’amore per la Salernitana e per la città di Salerno, come ricorda in apertura di conferenza stampa, questa mattina, l’assessore all’ambiente e allo sport Angelo Caramanno.

“Faremo di tutto per unire la gente di questa città – esordisce CaramannoTra squadra e città c’è un legame di sangue che va oltre la semplice comunità calcistica. Abbiamo ideato un percorso comune, unico, e non ci siamo mai persi d’animo anche quando sono sorti dubbi e perplessità sulla squadra”.

Il programma

Primo grande appuntamento il 18 giugno alle ore 21, quando la Curva Sud Siberiano tornerà muro granata in occasione del concerto ideato dal tifo organizzato della città.

Il 19, data di nascita di Sua Maestà, le celebrazioni inizieranno alle ore 18 con la Santa Messa dedicata ai tifosi e ai calciatori scomparsi; alle 19,19, invece, nell’ora più significativa, avrà inizio il corteo che dallo Stadio Vestuti animerà le strade del centro fino a raggiungere Piazza della Concordia, sede designata per la festa del Centenario.

Con la direzione artistica del salernitano Claudio Tortora, la celebrazione vedrà alcuni degli uomini simbolo della storia granata sfilare sul palco e ricordare i momenti che li hanno visti protagonisti sui prati prima del Vestuti e poi dell’Arechi.

L’accompagnamento musicale sarà affidato all’Orchestra di Demo Morselli: a lui il compito di rendere epico il viaggio nella memoria e nell’identità della Salernitana.

Tantissimi i calciatori e personaggi storici della Salernitana che hanno accettato ben volentieri di partecipare alla festa in piazza: saranno presenti Pierino Prati, Zaccaro, Vannucchi, Bombardini, Coda, Di Napoli, Breda e tantissimi altri.

Dell’attuale organico, invece, saliranno sul palco solo il “mister dei miracoli” Leonardo Menichini, lo storico preparatore Gigi Genovese e il centrocampista Di Tacchio, molto apprezzato dall’ambiente.

Alcune delle vecchie glorie prenderanno parte, il giorno successivo alle ore 18, al suggestivo triangolare di beach soccer che avrà luogo all’arenile di Santa Teresa.

Un lungo percorso condiviso che ha visto la partecipazione attiva anche dei ragazzi del liceo artistico Sabatini-Menna. Nel corso della mattinata, infatti, sono stati presentate le clip video celebrative interamente realizzate dagli alunni dell’istituto, e soprattutto il logo ufficiale del centenario, nato da un concorso di idee che ha visto trionfare il simbolo della studentessa Francesca Vitale.

“La forza della Salernitana è la sua tifoseria – ricorda il sindaco Vincenzo Napolied è per questo che vogliamo regalare a questa città una giornata festosa e ricca d’emozioni. Sarà una festa semplice, sobria, ma molto sentimentale”.

Contestualmente alle tante attività in programma, la fornace ex Salid ospiterà, dal 13 al 23 giugno, la mostra “100 anni di Salernitana” dove gli appassionati potranno ammirare alcuni cimeli storici di una storia granata lunga, ora si può dire, davvero 100 anni.