Pontecagnano: polemiche estate 2019? La risposta del Sindaco Lanzara



Estate 2019, Pontecagnano

In seguito alle polemiche riguardo gli eventi dell’estate 2019 nella città di Pontecagnano Faiano, il Sindaco Lanzara risponde così ai cittadini

L’estate 2019 nel Comune di Pontecagnano Faiano sembra non aver soddisfatto parte dei pontecagnanesi. Negli ultimi giorni infatti diversi cittadini avevano espresso la propria opinione riguardo questa tematica, ma non erano ancora arrivate dichiarazioni da parte dell’Amministrazione. Il Sindaco Lanzara ha reputato così necessario dare delle risposte.

La polemica è nata riguardo una serie di eventi, annunciati, sponsorizzati, pubblicizzati e mai realizzati. La maggior parte di questi riguardava attività sportive legate al mondo dei giovani e del divertimento, situate su spiagge o nel cuore della città.
Le cause non del tutto chiare per le quali tali eventi sono stati annullati hanno incuriosito i cittadini, che hanno atteso una comunicazione da parte dell’Amministrazione. Il Sindaco di Pontecagnano Giuseppe Lanzara ha così ha deciso di rilasciare alcune dichiarazioni alla redazione di Zerottonove per dare risposte:

“Dispiace sentire ancora repliche sull’annullamento di alcuni eventi estivi, che sono stati sospesi per motivi legati alla sicurezza e non di certo ad altre questioni faziose e prive di alcun significato. Questa Amministrazione sta investendo tempo ed energie affinché vengano rispettate le regole. La vecchia cultura del “facciamo tutto a discapito delle normativa vigente” è stata completamente cancellata.

D’altro canto, noi per anni abbiamo denunciato la gestione scellerata di questa città, quindi non possiamo fare altro che portare avanti le nostre convinzioni, senza sconti per nessuno. In quanto all’impegno per la stagione estiva, è stato portato avanti su più fronti: su quello ambientale, ricreativo, culturale, delle politiche sociali, della sicurezza. La fase delle canzonette è finita: noi puntiamo ad azioni serie, che tentino di risolvere le problematiche reali della città. Il resto lo lasciamo agli sfoghi sui social: la realtà sta da un’altra parte.”

Leggi anche