Pontecagnano Faiano inaugura la Biblioteca Innovativa

biblioteca innovativa

Il Comune di Pontecagnano Faiano ha inaugurato la Biblioteca Innovativa presso la Scuola Media Picentia

Il Comune di Pontecagnano Faiano inaugura la Biblioteca Innovativa presso la Scuola Media Picentia.

La presentazione del progetto è avvenuta a Palazzo di Città alla presenza del Dirigente scolastico della scuola media Ginevra De Majo. A prendere parte alla conferenza anche il dirigente della scuola media di Sant’Antonio Angelina Malangone e Sergio Di Martino dell’Istituto Moscati.

L’Associazione Avalon ha contribuito notevolmente alla realizzazione di tale iniziativa.

La scuola media Picentia più di un anno fa è arrivata seconda in una graduatoria di più di 3000 progetti per la realizzazione di tali biblioteche.

Aggiudicandosi tale traguardo ottenne la possibilità di beneficiare della Bibliotca Innovativa.

La biblioteca vanta non solo il tradizionale archivio cartaceo dedicata agli studenti della scuola, ma soprattutto una parte digitale per tutti i residenti della zona. Con username e password si può accedere gratuitamente ai libri in formato Ebook. Tale sezione digitale è interamente a cura della dottoressa Anna Maria Vitale.

Il MIOL (Media Live On Line) ha realizzato e finanziato tale iniziativa. L’idea nasce dall’allievo del corso di semiotica di Bologna di Umberto Eco, Giulio Blasi.

Il Comune di Pontecagnano è il partner principale del MIUR dal quale Ginevra Di Majo ha aderito come dirigente scolastica.

Il progetto si propone di potenziare il concetto di biblioteca scolastica quale luogo privilegiato di aggregazione e condivisione integrando il patrimonio librario con contenuti digitali.

Primo e secondo classificato nella graduatoria del MIUR sono diventati addirittura oggetto di studio della tesi di laurea di una studentessa di Parma.

Entusiasta dell’inaugurazione, il Sindaco Giuseppe Lanzara ha asserito: “Ringrazio i Dirigenti Scolastici ed i docenti che hanno reso possibile la realizzazione di questa impresa dall’alto contenuto formativo ed educativo. Allo stesso tempo riconosco l’encomiabile lavoro svolto, in questo senso, dagli Assessori alla Cultura Adele Triggiano ed alla Pubblica Istruzione Michele Roberto Di Muro, come pure del Consigliere Comunale  Rosa Lembo, che hanno tradotto in fatti concreti la mia, la nostra, volontà di attribuire priorità a quelle inizative che rimarchino il ruolo prioritario della conoscenza come veicolo per la crescita personale e collettiva. Dobbiamo procedere tutti, indistintamente, a fornire spunti per il confronto e l’approfondimento affinchè giovani e meno giovani possano attingere, dai libri come dai film come da tutto quanto attiene alla cultura,  non solo informazioni, ma spiragli di luce e di progresso autentico per la nostra comunità”.