Movimento Cinque Stelle Campania: ‘’sciogliere il consiglio provinciale di Salerno subito!’’



Dopo l’avviso di garanzia ad Edmondo Cirielli il Movimento 5 Stelle Campania chiede con forza lo scioglimento del consiglio provinciale di Salerno. Il motivo di tale richiesta è, a detta dei deputati grillini, il pericolo di infiltrazioni camorristiche, dell’antistato, che potrebbero essere presenti all’interno di Palazzo Sant’Agostino.

L’inchiesta a carico di Cirielli riguarda il reato di corruzione aggravata da scambio di voto politico mafioso in concorso con altri soggetti e si riferisce al periodo in cui l’ex ministro ricopriva l’incarico di presidente del consiglio provinciale. Per questa ragione nell’interrogazione presentata al Presidente del Consiglio, al Ministro degli Interni ed al Prefetto di Salerno, i deputati del Movimento Cinque Stelle  chiedono lo scioglimento ad horas del consiglio.

<<Esiste uno stretto legame, in merito alle indagini che sono ancora in corso, tra gli incarichi dei settori assegnati ai Dirigenti, ed anche ad alcuni funzionari, e l’ex presidente on.  Cirielli, l’attuale facente funzione, il “nominato” Antonio Iannone, e la Giunta. Pertanto – accusano i grillini – sussistono tutte le condizioni per un allontanamento di detti amministratori e dirigenti nominati al fine della reale tutela dell’istituzione “ Provincia di Salerno. E soprattutto perché c’è un evidente pericolo di intralcio e di possibile inquinamento delle indagini in corso>>.

Leggi anche