Montecorvino Rovella, rottamazione dei tributi locali

Montecorvino Rovella

Il Comune di Montecorvino Rovella rende noto il regolamento per la definizione agevolata delle entrate tributarie: i cittadini potranno sanare la propria posizione senza pagare alcuna sanzione

Il consiglio comunale ha approvato il regolamento per la definizione agevolata delle entrate tributarie e patrimoniali non riscosse a seguito di provvedimenti di ingiunzione fiscale. La misura, inserita nel decreto Crescita, permetterà ai cittadini di Montecorvino Rovella di sanare la propria posizione con l’ente senza pagare alcuna sanzione. In tale provvedimento rientrano i debiti pendenti legati a:

– entrate di natura tributaria (Ici, Imu, Tasi, Tarsu, Tari, Tosap);

– entrate patrimoniali dell’ente quali canoni, tariffe per il godimento di servizi, oneri di urbanizzazione;

– entrate relative a sanzioni amministrative per violazioni del codice della strada, per le quali la definizione si applica solo agli interessi, inclusi quelli di mora.

I debitori possono estinguere il debito, senza corrispondere le sanzioni, presentando apposita istanza entro il 30 settembre 2019, utilizzando il modello scaricabile sul sito internet del Comune ed inviandolo tramite posta elettronica certificata all’indirizzo dell’ente (protocollo@pec.comune.montecorvinorovella.sa.it) o consegnata a mani al protocollo dell’ente con raccomandata Andata/Ritorno.

«La definizione agevolata – sottolinea il sindaco, Martino D’Onofrio – è uno strumento importante per aiutare i cittadini che vogliono sanare la loro posizione con il Comune. Allo stesso tempo è un’occasione per avviare un proficuo rapporto fra cittadini ed istituzione Comune basato sul senso civico».