Iannone: “Sinergia con l’Africa per favorire rapporti industriali”

“L’Africa, continente antico e terra promessa dello sviluppo, merita una maggiore attenzione da parte dell’Europa. L’opportunità di una cooperazione è, dunque, occasione gradita per la Provincia di Salerno per dare una prospettiva di sviluppo e stringere con i Paesi del Centro-Africa un patto d’amicizia sincero, al fine di incentivare condizioni concrete per ottimizzare rapporti industriali e relazioni economiche”. Così, il vicepresidente della Provincia di Salerno, Antonio Iannone, durante l’evento “L’Africa a Mezzogiorno – Codici di Investimento e Percorsi di Internazionalizzazione” svoltosi ieri presso il Salone Bottiglieri di Palazzo Sant’Agostino, al quale hanno partecipato venti Paesi africani, attraverso la presenza di Ambasciatori, Consoli, Ministri Consiglieri, per sottoscrivere un protocollo di cooperazione tra la Provincia di Salerno, la Camera di Commercio “ItalAfrica Centrale”, rappresentata dal presidente Carmine Cestari, le Ambasciate di Angola, Benin, Burundi, Nigeria, Sudan, Uganda, Zambia, Lesotho, Guinea, Sud Africa, Tanzania, Kenya, Liberia, Somalia, Camerun, Madagascar, Etiopia, Costa d’Avorio, Repubblica Democratica del Congo, Ghana, Burkina Faso, rappresentate dall’ambasciatore Deo K. Rwabita.

Il protocollo di cooperazione ha tra gli obiettivi quello di agevolare azioni volte alla collaborazione che riguarderà gli aspetti principali dello sviluppo sostenibile nei settori economici, sociali, ambientali e della formazione. “La missione di quattro giorni tra Basilicata e Campania – ha sottolineato il presidente della Camera di Commercio “ItalAfrica” Carmine Cestari – e gli incontri istituzionali avuti anche qui in provincia di Salerno, sono una buona occasione perché emergano le potenzialità di questi Paesi e per sviluppare la competitività del sistema industriale italiano all’interno del mercato africano”.

A seguito degli incontri istituzionali, gli Ambasciatori e l’intera delegazione diplomatica hanno effettuato un tour turistico-culturale presso il Castello di Arechi di Salerno e l’ Abbazia Benedettina di Cava de’ Tirreni. Alla giornata hanno partecipato, tra gli altri: il presidente della Provincia di Salerno, on. Edmondo Cirielli, il prefetto di Salerno, Gerarda Maria Pantalone, il questore di Salerno, Antonio De Iesu, il presidente di Assoindustria Salerno, Mauro Maccaro, il presidente dell’Asi, Gianluigi Cassandra, il dirigente provinciale Domenico Ranesi e il dirigente dell’Ept Salerno, Ciro Adinolfi.