Grande successo per la 10 Km. Città di Angri

Una settimana dopo, ancora vivo l’eco del successo dell’Associazione Sportiva Angri Runner Club, a seguito dell’evento svolto domenica scorsa 26 Maggio 2013, e che sta assumendo sempre in modo più marcato una connotazione a carattere Nazionale. Infatti alla prima Maratona Città di Angri (Sa), grane afflusso di partecipanti, oltre cinquecento iscritti, provenienti anche al di fuori dei confini Campani ed appartenenti a ben settantadue società diverse. Ottimo il piazzamento della giovanissima Associazione del Presidente Cannavacciuolo.

Cannavacciuolo Aniello

Quindicesimo posto come società e trionfo in “rosa” con Pepe Lucia della Angri Runner con un terzo piazzamento di tutto rispetto. La gara, con un percorso di 10 Km. prettamente cittadino con un doppio giro per il centro storico di Angri con partenza ed arrivo ai piedi del Castello Doria nella centrale piazza, ha visto l’arrivo di 467 partecipanti, tra cui 52 donne e 415 uomini.

Per il Corso la Corri Angri

A partire dalla classe 1995, ben dodici Categorie in gara che si sono date battaglia per un posto sul podio.  Per la categoria maschile il podio più alto è stato conquistato da Barretta Antonello della società CSEN Liberi Insieme, che ha percorso il circuito di 10 chilometri in  32,47 minuti con una media a chilometro di 3,13 minuti.

Barretta il primo arrivato

Al secondo posto si è piazzato Rocco Alfonso, con un ritardo di poco meno di un minuto, mentre il gradino più basso è andato a Masullo Vincenzo che ha percorso la distanza in 33,52 minuti. Quarto e quinto Angelillo Giuseppe e Piermatteo Gianluca. Per le donne la prima a tagliare il traguardo è stata Annamaria Vanacore  con un tempo di 38,12 minuti, al secondo posto D’Argenio Jean, e al terzo posto Pepe Lucia della neonata società Angri Runner Club; una ulteriore soddisfazione per gli organizzatori.  Galano Teresa e Palomba Filomena hanno occupato il quarto e quinto posto. Per la classifica a squadrela Road Run Stabiasi è classificata al primo posto mentre la piazza d’onore è andata all’Antoniana Castello Doria e la terza fila alla Isaura Valle dell’Irno, al 15° posto l’Angri Runner Club, una posizione di prestigio visto la giovane età della società di Aniello Cannavacciuolo. Tutta l’Amministrazione Comunale con il Sindaco Pasquale Mauri, unitamente agli assessori Sorrentino e Russo hanno applaudito l’iniziativa sportiva perché, oltre a far capire il vero valore di questo Sport, è stata uno sponsor per la città di Angri per mettere in mostra e far progredire la propria cultura e la propria storia. La manifestazione  è stata contornata da una bella scenografia allietata dalla banda musicale che ha accompagnato la sfilata del bel gruppo di majorette che si è esibito con balli prima e dopo la gara. Il suggestivo percorso che dalla piazza centrale si è poi protratto nei vicoletti del centro storico ha visto la presenza di un folto numero di spettatori che ha cordonato l’intero tratto della gara.

Aniello Cannavacciuolo in gara

Oltre le aspettative il successo della prima maratona città di Angri come sottolineato dall’organizzatore Aniello Cannavacciuolo che oltre ad essere il Presidente dell’Associazione Angri Runner Club, è anche un atleta di questa squadra: “ Il mio rammarico più grande è quello di non essere stato della gara. Ma comunque, anche grazie a tutta l’Amministrazione Comunale al Comando Vigili  alla Protezione Civile ed alla grande professionalità delle squadre partecipanti è riuscita una gara così spettacolare che mi ha ripagato di tutto. Sono queste le premesse per spronarmi a dare sempre di più per questo affascinante Sport e per far sì che le future edizioni della “Corri Corri Angri” possano arrivare al rango delle altre che ormai hanno acquisito una valenza Nazionale.”

Articolo precedenteGiffoni Academy e Flop Tv per un seminario su new media strategy
Prossimo articoloConsorzio di tutela:”nessuna protezione per la mozzarella di bufala campana dalle contraffazioni”
Avatar
Pasquale D’Aniello, giornalista, nato a Sant’Antonio Abate in provincia di Napoli. Da sempre appassionato di calcio con alcune esperienze dilettantistiche sul campo e sulla panchina. Autore nel 2012 del Libro: "Scugnizzeria agli Albori di un Successo"​ e premiato a Gallipoli nel 2015 (Torneo Internazionale che assegna il Trofeo Caroli Hotels), quale miglior giornalista del calcio giovanile. L'approccio con il calcio giovanile dilettantistico e professionistico da qualche decennio, ha fatto maturare in me nuove convinzioni ed intravedere nuovi orizzonti. "​ Il calcio è educazione, è economia, è uno dei modi di essere società"​. Tutto questo mi ha portato ad essere un "Cronista del calcio giovanile Campano"​, con il fine ultimo di far comprendere che questo Sport deve essere una sana sfida per misurare l'estro calcistico e nulla ha, che possa riguardare il fanatismo e qualsiasi altra devianza che provoca rancore anche a pochi metri di distanza tra i vari campi di calcio. La fortuna poi, di incontrare tantissimi professionisti legati a questo mondo, ha fatto il resto...