Esondazione Sarno: tra danni e disagi, l’appello del Sindaco



Dopo le piogge dei giorni scorsi, vengano interpellati per l’esondazione: Genio Civile,Consorzio di Bonifica, Ente Parco, Struttura di Missione PGRI e Gori

L’esondazione del fiume Sarno, a causa delle ingenti quantità d’acqua dei giorni scorsi, continua a preoccupare la popolazione ed in primis il Sindaco Giuseppe Canfora.

Infatti, dai sopralluoghi effettuati dai tecnici del Comune e della Struttura di Missione PGRI (Programmazione e Gestione delle Risorse Idriche), alla presenza anche dei carabinieri di Sarno, è emerso che nelle zone dei Rii Foce e Santa Marina gli allagamenti hanno provocato danni ingentissimi ai terreni agricoli e che gli stessi sono ancora allagati. Addirittura in alcuni punti la situazione è peggiorata. C’è quindi necessità di interventi urgenti, oltre che di una programmazione continua e costante, da parte degli enti interessati.

Esondazione SarnoIl Sindaco Giuseppe Canfora, dopo la nota dell’altro ieri, 16 giugno, ha rivolto un nuovo appello al neo Prefetto di Salerno, Antonella Scolamiero, affinché vengano interpellati il Genio Civile, il Consorzio di Bonifica, l’Ente Parco, la Struttura di Missione PGRI e la Gori, che dovranno provvedere, con urgenza ed immediatezza, ad eseguire tutti gli interventi necessari per alleviare i disagi dei contadini

Il territorio interessato – afferma il sindaco Canfora – è in piena emergenza, in quanto i campi sono ancora allagati e le condizioni dei corsi d’acqua, già maltenuti, sono peggiorate e necessitano di interventi urgenti, come il taglio dell’erba, oltre che di una programmazione continua e costante“.

Leggi anche