Eboli: una raccolta fondi per il rimpatrio di un malato terminale



Eboli- rimpatrio

Eboli: Fatiha Chakir, mediatrice culturale, ha lanciato un appello per Jillali: “chiedo a chi può un aiuto affinché possa tornare in Marocco

Jillali, malato terminale e originario del Marocco ricoverato all’ospedale di Eboli, vorrebbe il rimpatrio per salutare la mamma. Fatiha Chakir, mediatrice culturale della provincia di Eboli, ha lanciato un appello che è diventato subito virale sui social.

Le parole della mediatrice hanno mosso gli animi di molti che si stanno organizzando per aiutare Jillali. Fatiha scrive sui social:

Cari amici miei, vorrei chiedervi un attimo del vostro tempo per parlarvi di Jillali.
Jillali è un ragazzo di 42 anni, lavoratore persona dolcissima, purtroppo in fase terminale. Speranzosa nella vostra compassione e buon animo, chiedo a chi può un aiuto affinché possa tornare in Marocco dalla madre prima che sia troppo tardi.
L ‘Associazione “Il Mondo a Colori” sta raccogliendo i fondi necessari al biglietto e alle spese per i farmaci (palliativi contro il dolore da acquistare in loco.
Chi volesse dare una mano, può farlo con una donazione sull Iban IT 60 K 08378 76090 000000 331443 BANCA CAMPANIA CENTRO per chi non può aiutarlo economicamente é possibile per chi se la sente, andarlo a trovare per salutarlo e portare una parola di conforto all’Hospice in località Eboli.
Grazie infinite.”

Leggi anche