Eboli, ladri devastano dieci tombe al cimitero



eboli

Ladri al cimitero di Eboli la scorsa notte: danneggiate oltre dieci tombe, rubate statue di rame ed oggetti decorativi. Tra le famiglie colpite anche quella di un ex assessore

Increscioso episodio la notte scorsa al cimitero di Eboli. Una decina di tombe sono state danneggiate nella zona che si trova a ridosso dei binari della ferrovia dove basta saltare un muro di cinta non molto alto per accedere senza troppi intoppi nel cimitero. I ladri hanno rubato statue di rame ed oggetti decorativi in ottone profanando e tra le famiglie più colpita c’è stata anche quella di un ex assessore.

Come riportato da IlMattino, l’episodio più grave ha riguardato la famiglia Altieri con i ladri che hanno tentato di strappare più volte la statua della Madonna non riuscendo però nel loro intento. Eppure la copertura in marmo della tomba è stata spostata con il lato destro rovesciato.

Non provo pietà – afferma Gabriele Altieri – questa gentaglia ha danneggiato la tomba di mia figlia Carmen, morta a 18 anni». Gabriele fa il carpentiere. «La tomba la rimetto a posto io» dice, chinandosi verso la foto della figlia e reggendo a stento le lacrime: «Ma come si fa, come si può arrivare a tanto?»

Intanto il Dirigente dell’Ufficio Cimitero ha annunciato che verrà presentata denuncia ai Carabinieri per far avviare le indagini con la speranza che i colpevoli vengano individuati. L’appello è rivolto anche al Sindaco affinché si provveda ad effettuare un investimento ulteriore per implementare il numero di telecamere di videosorveglianza.

Leggi anche