Rassegna L’Essere&L’Umano, “ Zit : esistenziali speculazioni silenziose sul niente da dire”

rimani Aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato

Coronavirus

Italia
35,877
Totale Casi Attivi
Updated on 6 June 2020 21:29
- Advertisement -

Associazione Culturale Teatrale e Musicale “Artenauta Teatro” “ Zit : esistenziali speculazioni silenziose sul niente da dire” va in scena per la rassegna L’Essere&L’Umano. Teatro comunale “Diana”
Piazza Guerritore, 1 Nocera Inferiore (Salerno)

Nocera Inferiore– Due donne in scena: amiche, napoletane. Si incontrano ogni giorno per trascorrere del tempo insieme. Cercano di parlarsi ma comportamenti, tic caratteriali e verve dialettale si mettono di traverso. Il sipario della rassegna L’Essere&L’Umano a cura di Artenauta, si alza su “ Zit Esistenziali speculazioni silenziose sul niente da dire” che andrà in scena il 6 aprile al Teatro Comunale di Nocera Inferiore.

Apparentemente costruito sul nulla, “ Zit ” consegna una comicità intelligente incentrata sulle figure di vittima e carnefice e su tutto ciò che socialmente ne deriva. Suddiviso in piccoli quadri “ Zit Esistenziali speculazioni silenziose sul niente da dire” è l’omologo teatrale degli esercizi di stile di Queneau, dove le parole, praticamente assenti sono sostituite dall’intenzione dei gesti, dell’inflessione dei discorsi non fatti ma annunciati tramite l’idioletto, quella versione individuale della lingua che parliamo per comunicare.

Scritto, improvvisato e interpretato da Chiara Casarico e Tiziana Scrocca, coglie aspetti dell’animo umano (la competizione infantile, la voglia diprevaricazione, l’indolenza, la solitudine, la malinconia) restituendoli con toni placidi. “Perdenti” e “vittime” come stereotipi sociali assurti al vedettismo teatrale: in questo senso “Zit” raccoglie l’eredità di Massimo Troisi che ha avuto un ruolo fondamentale nella genesi di certi personaggi a lui cari.

Non si tratta di un’opera comica tradizionale ma un intelligente sketch che fa leva su tutte quelle espressioni comuni del parlato. Sedute su due sedie, declinano tutte quelle frasi fatte e dette tanto per dire coinvolgendo anche il pubblico, rendendolo partecipe di tanta inconcludenza declinabile in mille situazioni diverse, rese anche attraverso le immissioni sonore.

- Advertisement -

Il progetto Zit ! nasce come studio sulla comunicazione e sull’impossibilità di comunicare, in bilico tra piccoli momenti di quotidiana follia ed esistenziali speculazioni sul linguaggio e sulle relazioni. Partendo da una molecola dialogica che contiene in sé un ossimoro – l’invito alla comunicazione e la chiusura della comunicazione stessa (dici!…zitta!) – è iniziato un percorso di improvvisazione che ha dato vita a due personaggi impantanati in un’atmosfera beckettiana, tesi a cercare un dialogo che non riesce a svilupparsi verbalmente.

Questa impossibilità di dire genera invece un ricchissimo dialogo di suoni, gesti, automatismi, ecolalie, ritmi, parole-suono che esprime la relazione, i ruoli, le condizioni psichiche, i fraintendimenti, le delusioni, le conflittualità, le complicità. I personaggi sono come afasici, nella loro relazione hanno a disposizione solo poche parole per non dire e per riconfermare l’assioma che “non c’è niente da dire”.

Un eterno rapporto vittima-carnefice che si muove intorno alla paura del silenzio che – in un gioco di scatole cinesi – rimanda alla complessità delle relazioni: dipendenza/bisogno/solitudine/ giochi di potere/senso di colpa. L’accettazione dell’impossibilità di significare ci pone di fronte alla Tragedia dell’incomunicabilità. Ma in tutto ciò è la comicità che trionfa sulla tragedia e sul non senso, è un rapporto comico che viene messo in scena e che conquista lo spettatore.  L’allestimento scenico è di Tania Cipolla.

- Advertisement -

Latest Posts

Cava de’ Tirreni, 8 cittadini ancora positivi al Covid-19

Il Sindaco di Cava de' Tirreni Vincenzo Servalli ha aggiornato sulla situazione Coronavirus in città, 8 i cittadini ancora positivi Aggiornamento sulla situazione Coronavirus da...

“Battipaglia dice Basta” a Napoli per la difesa dell’ambiente

Nella manifestazione a tutela dell'ambiente di oggi a Napoli era presente anche "Battipaglia dice Basta", per la tutela del territorio Oggi 6 Giugno 2020 grande...

Covid-19: un team di giovani campani realizza un termoscanner innovativo

Un team di giovani campani realizza un innovativo termoscanner capace di rilevare la temperatura corporea fino a 30 persone senza tempi di attesa Un team...

Regione Campania, ecco i dati del bollettino sul Coronavirus

L'Unità di Crisi della Regione Campania rende noti gli ultimi dati aggiornati circa la situazione Coronavirus sul territorio: non aumentano i positivi Come di consueto...

Live Zerottonove