Dragoni a ranghi ridotti per la trasferta di Catanzaro



Ultima trasferta di campionato per l’Arechi Rugby, che domenica affronterà il Clan Catanzaro Rugby, attualmente in penultima posizione nella graduatoria del campionato di serie C, con l’obiettivo di conquistare i 5 punti necessari per restare in corsa e guadagnare la prima posizione in classifica, attualmente occupata dai Mastini di Rende.

Sono tante le assenze in casa Arechi, dovute ad infortuni o virus che costringeranno mister Indennimeo a mettere in campo una formazione completamente diversa da quella vista nelle ultime settimane, e anche rispetto a quella che ha sconfitto l’Avellino la scorsa settimana. Ciononostante, per l’allenatore del roster gialloblù Luciano Indennimeo, l’obiettivo da raggiungere negli 80 minuti contro il Clan Catanzaro resta invariato: “Per questo incontro di campionato bisognerà fare i conti con tantissime defezioni, causate da infortuni sia nuovi sia di vecchio corso; a loro si aggiungono ragazzi che sono stati colpiti dal virus influenzale, e che in via precauzionale resteranno a casa, oltre allo squalificato Di Bartolomeo che finirà di scontare la squalifica inflittagli due settimane fa proprio lunedì prossimo. Abbiamo però avuto la possibilità di svolgere dei buoni allenamenti, con buon ritmo e grande impegno da parte del resto della rosa, e sono sicuro di poter contare su un gruppo di buon livello che potrà affrontare la sfida di domenica con grande coraggio”.

“Bisogna ovviamente ricordare – puntualizza coach Indennimeo – che andremo a giocare a casa loro, e di certo non sarà semplice poter fare i 5 punti senza sforzo alcuno, come si potrebbe invece pensare guardando semplicemente ai dati forniti dalla classifica (che vedono i nostri avversari in penultima posizione). Non avendo moltissime alternative, inoltre, sarà difficile poter schierare in campo una formazione ideale, ma il gruppo è compatto e dimostrerà di poter fare bene anche in questo momento non facile”.

Nonostante le difficoltà date dalla mancanza di materiale umano, non è ancora stata però stabilita neanche una bozza iniziale di formazione: “Come sempre – conclude l’allenatore dei Dragoni – grazie anche al prezioso supporto fornitomi dai miei assistenti, cercherò di prestare attenzione alla condizione di tutti i giocatori presenti agli allenamenti. Non è possibile ideare una formazione già prima, senza avere a disposizione il maggior numero possibile di dati sui giocatori convocabili per la partita. Ci sono tante assenze forzate, e ciò non mi permetterà di schierare una formazione ideale in ogni settore del campo. Sono comunque sicuro che tutti daranno il 100% per mettere me e il mio staff in difficoltà durante la stesura della lista dei convocati. Mi aspetto tanto da loro, soprattutto in un momento delicatissimo come questo, e so che sapranno ricambiare la mia fiducia”.

Leggi anche