Quello avvenuto nella giornata di ieri è l’ennesimo disastro ambientale avvenuto a Battipaglia: ma è encomiabile il lavoro dei Vigili del Fuoco

Rosa D’Eliseo

Battipaglia – Quando lo scorso 27 maggio Rosa D’Eliseo si insediò nel quartiere generale dei Vigili del Fuoco di Salerno, assumendo la carica di Comandante Provinciale di Salerno, aveva già ampiamente compreso le difficoltà e le sfide che questo compito avrebbero comportato.

Nell’emergenza di Battipaglia – in viale Spagna -, proprio la D’Eliseo ha dovuto coordinare e gestire un ingente numero di uomini e di mezzi giunti, tra l’altro, anche da fuori regione – grazie al prezioso contributo dell’Ing. Guido Parisi, della Direzione Centrale del Dipartimento.

Guido Parisi

I numeri dell’operazione condotta dai Vigili del Fuoco

L’intervento di spegnimento è iniziato ieri alle ore 14:00 circa, tutt’ora numerose squadre dei Vigili del Fuoco – di diversi distaccamenti – sono sul posto per ultimare le fasi di spegnimento.

Sono intervenuti mezzi aeroportuali dei Vigili del Fuoco dal Comando di Napoli e Bari, con relative scorte tecniche, in quanto si tratta di mezzi pesanti fuori sagoma. A questi si aggiungono un’autobotte di 28.000 litri del Comando Caserta, un’autobotte 14.000 litri del Comando Avellino.

Sempre dal Comando di Napoli è giunta una squadra NBCR – Nucleo Batteriologico Chimico e Radiologico e un’autobotte con liquido schiumogeno ad alta densità, così come dal Comando di Benevento sono giunti dei mezzi cingolati per smassare i rifiuti (indifferenziati dal codice CER 191212) in fiamme ed evitare che altri potessero essere compromessi. Dalla provincia di Salerno, invece, 5 autobotti dal capoluogo, una squadra da Giffoni e una da Eboli.

Al momento le fiamme sono sotto controllo, tuttavia le operazioni di smaltimento e messa in sicurezza si protrarranno per un paio di giorni.

Il servizio video