UNISA per Universiade 2019: oggi la presentazione dei nuovi PalaUNISA B e C. Testimonial dell’evento il campione olimpico di Scherma Diego Occhiuzzi

Oggi, giovedì 27 giugno l’incalzante viaggio verso l’Universiade 2019 ha condotto alla scoperta dei due nuovi palazzetti che completano l’UNISA Sport Village al campus di Baronissi: si tratta dei PalaUNISA B e C, gli impianti polifunzionali realizzati ex-novo e volti ad ospitare allenamenti, attività preparatorie ed organizzative delle gare. Dal 3 al 14 luglio la cittadella dello sport UNISA sarà teatro di stoccate e affondi spettacolari in compagnia dei giovani schermidori di tutto il mondo partecipanti all’Universiade 2019.
Protagonista di ben tre Universiadi e campione olimpico di scherma (Pechino 2008 e Londra 2012) è stato Diego Occhiuzzi l’ospite testimonial di oggi. In un talk in dialogo con giornalisti e pubblico, Occhiuzzi ha raccontato lo sport attraverso vittorie, impegno, allenamenti e sfide.

A mostrare i nuovi impianti sportivi il rettore Aurelio Tommasetti, che ha dichiarato: “Mancano sei giorni all’Universiade 2019: oggi presentiamo i due nuovi palazzetti polivalenti, i PALAUNISA B e C. Non si tratta di interventi minimali, ma di vere e proprie strutture sportive completamente nuove, realizzate con solo risorse interne e destinate per il futuro alla comunità, al territorio, allo sport.  Lo sport per la nostra Università è centrale e credo che con l’impegno messo per l’Universiade 2019 lo abbiamo ampiamente dimostrato. Una prima delle visite che abbiamo ricevuto, ancor prima dell’assegnazione dell’evento alla Campania, è stata proprio quella del Presidente FISU Oleg Matytsin che ebbe già modo di apprezzare gli spazi e l’organizzazione dei nostri campus. Scegliemmo la discipline della Scherma tra le 18 previste dalla manifestazione e da quel momento non ci siamo mai fermati. Abbiamo ristrutturato il PalaUnisa A e messo in piedi questi due nuovi palazzetti dello sport che ospiteranno le 16 piste di allenamento per le gare. All’esterno abbiamo rinnovato la viabilità, realizzato il nuovo Bus Terminal e le rotatorie, organizzato le aree a verde. Oggi abbiamo di fronte una Cittadella dello sport universitario completamente nuova e l’Universiade è stata un pretesto per lasciare al territorio e alla regione tutta, infrastrutture all’avanguardia in grado di ospitare competizioni nazionali ed internazionali”.