Home Attualità Diagnosi precoce Covid-19, lo studio del cavese Ersilio Trapanese: "Cura dei casi...

Diagnosi precoce Covid-19, lo studio del cavese Ersilio Trapanese: “Cura dei casi più facile”

Covid-19
Aggiornamenti

Italia
203,182
Totale Casi Attivi
Updated on 25 October 2020 3:42
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag

Diagnosi precoce del Coronavirus e cura dei pazienti a domicilio: da Cava de’ Tirreni il dottor Ersilio Trapanese porta avanti lo studio sul D-Dimero Test

Lo scoppio della malattia da coronavirus 2019 (COVID-19) ha mostrato una tendenza alla diffusione globale e si cerca un modo per prevenire (o anticipare) l’analisi del contagio. Da Cava de’ Tirreni è in atto uno studio portato avanti dal dottor Ersilio Trapanese, direttore sanitario del Cmm Diagnostica, su come prevenire in maniera precoce la diagnosi del contagio e curare i pazienti a domicilio.

Sono urgentemente necessari predittori precoci ed efficaci degli esiti clinici per migliorare la gestione dei pazienti con Covid-19″, spiega Trapanese in un post sui social. “L’ecografia polmonare (LUS) combinata con il test D-Dimero (DD) potrebbe essere una nuova strategia per la diagnosi precoce nei pazienti con sospetta polmonite COVID-19 associata a sindrome da distress respiratorio acuto (ARDS) e utile per prevenire la progressione della coagulopatia polmonare intravascolare. I moderni test per il D-dimero sono basati su anticorpi monoclonali.

Il test immunoassorbente legato all’enzima (ELISA) è il metodo di riferimento per l’analisi del D-dimero. Livelli elevati di D-dimero sono associati all’attivazione della coagulazione e alla fibrinolisi e possono essere utilizzati come biomarcatori indiretti di trombosi che in combinazione con le linee B rilevate dall’ecografia polmonare diventano altamente sensibili nella diagnosi di coagulopatia intravascolare polmonare nella polmonite COVID-19.

Poi continua: Particolare attenzione deve essere prestata alla diagnosi iniziale, prevenzione e trattamento dello stato protrombotico e trombotico che può verificarsi in una percentuale sostanziale di pazienti COVID-19“.

Riteniamo che la diagnosi precoce dell’ecografia polmonare in COVID-19 e un dosaggio rapido del D-dimero possano fornire una prognosi migliore in questi pazienti, conclude il dottor Trapanese.