Crescent, tolti i sigilli



Parere favorevole dei pubblici ministeri Rocco Alfano e Guglielmo Valenti all’apertura di una polizza di 4 milioni e 800mila euro per coprire  gli oneri di urbanizzazione, tolti i sigilli al Crescent

Parere favorevole della Procura, alla rimozione dei sigilli,  applicati due anni fà al Crescent, edificio progettato a margine di Piazza della Libertà dal catalano Ricardo Bofill nell’area di Santa Teresa a Salerno.

crescent

L’iter procedurale è stato particolarmete complesso e duraturo, infatti i magistrati della seconda sezione penale del Tribunale di Salerno avevano già accolto lo scorso 13 gennaio la richiesta di dissequestro del complesso edilizio da parte della Crescent srl a condizione che venissero rispettate dai costruttori alcune prescrizioni, come la ricezione dal Comune dei nuovi permessi a costruire e il pagamento di una prima rata relativa agli oneri di urbanizzazione anche per la costruenda Piazza della Libertà, oltre alla formalizzazione della polizza fideiussoria per il pagamento di quanto dovuto al Palazzo di Città.

La vicenda ha avuto esito positivo, a seguito del parere favorevole dei pubblici ministeri Rocco Alfano e Guglielmo Valenti alla predisposizone di una polizza di 4 milioni e 800mila euro, volta a coprire gli oneri di urbanizzazione per l’opera, unitamente alla somma di un milione e 200mila euro pagati in contanti.

Grazie al versamento della prima rata, e alle garanzie per la restante quota, è stato possibile accelerare il processo per il definitivo dissequestro.

Leggi anche