Concorso Regione Campania: De Luca annuncia il probabile bando in data 8 luglio



concorso, regione campania

Il Governatore della Regione Campania prevede a giorni la pubblicazione del bando di concorso per 10 mila posti di lavoro

Uscirà a giorni sulla Gazzetta Ufficiale il bando di Concorso indetto dalla Regione Campania che prevede l’assunzione a tempo indeterminato di 10 mila giovani in oltre 270 amministrazioni locali. Le prove previste saranno tre: una prima prova a quiz pre-selettiva (logica e cultura generale); una seconda prova scritta a risposta multipla (specifica della professione per cui si concorre) ed infine una prova scritta a risposta breve (competenze tecniche). Tutti coloro che avranno superato i test summenzionati inizieranno un tirocinio retribuito, con mille euro netti mensili, della durata di 10 mesi.

A darne l’annuncio è stato il governatore Vincenzo De Luca al Palasele di Eboli che, in occasione del suo intervento per la presentazione delle Universiadi, sull’argomento ha dichiarato: “L’8 luglio sarà finalmente pubblicato dal Ministero della Funzione Pubblica il bando di concorso, già annunciato, per 10 mila posti di lavoro destinato ai giovani della Regione Campania. Numerosi sono stati i Comuni, le Corti d’Appello e le Comunità Montane che hanno aderito al Piano del lavoro e presso i quali andranno a lavorare i vincitori del concorso. La regione Campania finanzierà l’intero di corso di formazione per i giovani aggiudicanti al termine del quale, un colloquio finale permetterà di valutarne le competenze acquisite. Poi seguirà la stabilizzazione dei lavoratori negli enti”.

E, in conclusione, ha aggiunto: “Avremo giovani con un lavoro stabile e definitivo da cui scaturirà un doppio vantaggio: per i comuni che potranno rinnovare il proprio personale con informatici, economisti, legali, etc. di cui oggi sono carenti; e per noi cittadini perché dare lavoro a 10 mila persone vuol dire cominciare a bloccare l’enorme flusso di giovani che, delusi dalla mancanza di possibilità future, se ne vanno dal nostro Sud. E’ per loro che stiamo lavorando e per offrire una reale prospettiva di sviluppo al nostro grande territorio”.

Leggi anche