Cavese, via al mercato: tris di colpi in arrivo



Cavese
In foto: Luca Lulli - YT SambChannel

Si apre ufficialmente il mercato e la Cavese punta a rafforzare la rosa da consegnare a mister Moriero: tre colpi sono in dirittura d’arrivo

Lunedì 1° luglio 2019: inizia ufficialmente il mercato e la Cavese è presente fin dai nastri di partenza, a differenza dello scorso anno quando si dovette aspettare il 3 agosto, ovvero soltanto dopo il ripescaggio dai Dilettanti ai Professionisti.

Il club aquilotto punta fin da subito a regalare una rosa già pronta a mister Francesco Moriero, in vista del raduno, programmato dal 14 al 28 luglio a Sturno, in provincia di Avellino. Obiettivo del clan metelliano è quello di arrivare al primo appuntamento stagionale (probabilmente il 4 agosto con la Coppa Italia) con la squadra in buona condizione fisica e già ben rodata.

Pertanto, la società si è già attivata sul mercato: sarebbero in arrivo tre acquisti che potrebbero essere ufficializzati nelle prossime ore. Il primo è Luca Lulli, centrocampista classe 1992 che lo scorso anno ha militato nel Fano, club del girone B ma retrocesso a fine campionato, dove ha collezionato 30 presenze. Stando alle indiscrezioni, in giornata potrebbe incontrare il presidente Massimiliano Santoriello per mettere nero su bianco e ufficializzare l’ingaggio a parametro zero.

Gli altri due colpi sarebbero in arrivo dalla Juve Stabia, neopromossa in Serie B: si tratta di Badr (detto anche ‘Bruno’) El Ouazni e Nunzio Di Roberto. Negli scorsi giorni, la società blufoncé, attraverso i social, ha lasciato alcuni indizi legati all’acquisto di un calciatore che farà parte della rosa e tutto fa pensare al centravanti nato in Campania.

Invece per l’esterno offensivo ex-Salernitana, mancherebbero ancora dei dettagli da limare prima del passaggio al club di Cava de’ Tirreni. In caso di arrivo, andrebbe a sostituire Marco Rosafio, passato da qualche settimana al Cittadella.

Dunque, il mercato è iniziato e la Cavese vuole rispondere presente fin da subito. Si aprono le danze, via alle trattative.

Leggi anche