La redazione di Zerottonove.it intervista al Palazzo di Città la Sindaca Cecilia Francese



La Sindaca Cecilia Francese ai nostri microfoni sul ricorso al TAR dell’opposizione, piano di zona, approvazione bilancio 2017-19

Quest’oggi al Municipio di Battipaglia la Sindaca Cecilia Francese ha risposto ai microfoni di Zerottonove.it ( qui il video dell’intervista).

La Sindaca ha inizialmente commentato la notizia “dell’inammissibilità” della domanda dello scioglimento del Consiglio Comunale comunicata negli scorsi giorni dal TAR, bocciando così il ricorso dell’opposizione.

“Questa città ha bisogno di andare avanti. I problemi sono altri e l’ho ribadito più volte. Negli ultimi 25 anni la città di Battipaglia ha avuto un media di un Commissario Prefettizio ogni due anni, ecco perché questa città non decolla. Queste persone che auspicano lo scioglimento del Consiglio Comunale sono degli irresponsabile. Io spero ci sia un’opposizione propositiva e che voglia affrontare i reali problemi di questa città, non un’opposizione che fa continuamente ostruzionismo. Noi non ci facciamo fermare da questa intimidazione.

I primi 319 giorni di amministrazione

La Sindaca Francese ha anche esposto tutti i risultati ottenuti in questi 319 giorni di amministrazione sottolineando, inoltre, le difficoltà incorse per un budget di spesa particolarmente esiguo.

“Un importante risultato è sicuramente il riconoscimento dell’Area di Crisi Industriale, a breve ci incontreremo con i sindacati per rientrare nell’Area di Crisi Complessa perché questo permetterebbe  a tanti lavoratori di sfruttare la cassa integrazione. Stiamo ottenendo ottimi riscontri anche per l’utilizzo dei fondi del PIU’EUROPA con cui abbiamo costruito il sovrappasso. I lavori non sono terminati perché adesso si stanno completando i parcheggi sotterranei. Ma abbiamo anche firmato il protocollo di intesa per la fascia costiera, ieri siamo stati in provincia per affrontare il problema del ripascimento e dell’erosione della costa. Questi sono i principali risultati di questa amministrazione. Abbiamo anche messo mano ai regolamenti, porteremo il cambio dello statuto al prossimo Consiglio Comunale e il regolamento per i manifesti anti-sessista. Stiamo lavorando alla consulta per i disabili sperando che gli uffici siano celeri, così per l’uscita dal Piano di Zona. È questo che voglio dire ai cittadini di Battipaglia: questa città sta andando meglio rispetto al periodo dell’amministrazione Battipagliastraordinaria. Stiamo facendo dei passi avanti nonostante la clamorosa voragine di circa 22 milioni che ci rende ingessati. Anche io vorrei nuove strade, più persone che possano lavorare per la pulizia della città, ma con 16 spazzini che devono pulire 52 chilometri quadrati non è facile. Il problema delle discariche abusive c’è e non lo si può negare, ma mi chiedo se qualcuno sta forzatamente peggiorando questa situazione. Noi ci stiamo lavorando, non abbiamo i soldi per un impianto di sorveglianza ma abbiamo aperto un tavolo con gli industriali affinché possano aiutarci a mettere su una rete di videosorveglianza. Abbiamo inoltre ottenuto dalla SMA Campania la possibilità di controllare le microdiscariche. Sono tanti piccoli traguardi, ma ne abbiamo di ancora più grandi in serbo”

Il futuro e la collaborazione con il Governatore De Luca

Sulle prossime mosse dell’amministrazione, la sindaca ha detto di voler risolvere la questione ASI per incentivare anche gli investimenti sul territorio. “Questo è un grande impegno per la nostra amministrazione.” – ha dichiarato ai nostri microfoni Cecilia Francese – “Siamo in attesa di un incontro con il Governatore De Luca che ha promesso di trovare una soluzione per questo problema. Stiamo inoltre facendo i primi incontri per il PUC, altra necessità della città”.

Altro argomento di conversazione è stata la collaborazione fra la sindaca di Battipaglia e il Governatore De Luca. “Sono convinta che per un Comune, come per la Regione, serva una persona che non guarda a colori politici. Credo che l’importante sia decidere e osservare per poter agire in nome del bene comune. Se questa regione vuole andare avanti bisogna parlare di area vasta della Piana del Sele, bisogna ragionare insieme per investire nel nostro territorio che ha tanto da dare” 

Approvazione del Bilancio 2017/19: le polemiche

Sulle polemiche suscitate dall’opposizione in seguito all’approvazione del Bilancio 2017/19, la sindaca chiosa: “l’opposizione fa l’opposizione, ma delle volte la sua funzione è strumentale. Il Bilancio è importante perché è un atto politico, ma bisogna disporre di soldi. Abbiamo dimostrato che il 96% delle entrate sono già destinate a vecchi mutui o debiti. Rimane dunque il 4% delle entrate da destinare alla politica. Le nostre entrate sono dunque già impegnate per riparare a debiti che sono stati fatti in 20 anni. La macchina amministrativa deve essere ricostruita. Quando ci chiedono cosa stiamo facendo, quello che si vede fuori è poco, ma è anche vero che tutti hanno voluto fare altro senza pensare ad aggiustare la situazione economica del Comune. Non ci sono stati atti di amore e di responsabilità. Certo questa è una situazione che conoscevamo bene, quando mi sono candidata ho detto che il futuro sindaco avrebbe dovuto muoversi in maniera ingessata”.

Sul Piano di Zona

Cecilia Francese ha infine parlato dell’imminente uscita della città di Battipaglia dall’attuale Piano di Zona. “Stiamo aspettando la rendicontazione per poter uscire definitivamente. Nostra intenzione è creare un nuovo contesto con Bellizzi e Olevano”

Leggi anche