“L’uomo che faceva volare i gabbiani”, venerdì la presentazione a Cava de’ Tirreni



cava

Venerdì 14 febbraio alle ore 19:30 presso il salone di rappresentanza del Comune di Cava de’ Tirreni sarà presentato il libro del giudice scrittore Roberto Ricciardi, “L’uomo che faceva volare i gabbiani”

Venerdì 14 febbraio alle ore 19:30 presso il salone di rappresentanza del Comune di Cava de’ Tirreni sarà presentato il libro del giudice scrittore Roberto Ricciardi, “L’uomo che faceva volare i gabbiani”. Dopo i saluti istituzionali da parte del sindaco, Vincenzo Servalli, a dialogare con l’autore Maria Alfano, dirigente scolastica dell’IIS De Filippis – Galdi e Franca Masi, dirigente scolastico IIS Della Corte-Vanvitelli e la psicologa jr Filomena Avagliano.

A concludere il vicesindaco Armando Lamberti, Assessore alla cultura. Modera la giornalista Imma Della Corte. La presentazione sarà allietata dalle musiche degli alunni del Liceo Musicale, il duo di violini Mariapia Di Marino e Elvira Esposito, ed i pianisti Antonella Di Marino e Davide Maria Rumolo e dalla recitazione dei brani del libro degli alunni Alfonso Maria di Somma, Giorgia Bozzetto, Sara Apicella e Antonella Castiglia. Gli alunni del professionale accompagneranno gli ospiti con il servizio di Sala e di Accoglienza ed hanno creato il loro manifesto grafico dell’Evento. Una partecipazione corale che ha saputo mettere in rilievo gli indirizzi scolastici di ognuno degli istituti partecipanti all’evento e permette agli alunni di poter esprimere e applicare al reale quanto stanno apprendendo durante il loro percorso scolastico.

Il Libro presentato è un noir pieno di episodi ed aneddoti di vita professionale e non, di un magistrato del Sud Italia tanto idealista, quanto disincantato, con lo spunto per un’amara riflessione sulle grandi disparità economiche e sociali tra gli Stati ricchi e quelli poveri, e sull’opportunità di perseguire veri, o presunti, ideali di giustizia. Interessante sarà, durante la presentazione, ascoltare da parte delle dirigenti e degli alunni l’opinione di chi lo ha letto con occhio disincantato di adulto e con occhio sognante di chi, adolescente, sogna e costruisce per diventare adulto e scoprire con il dialogo; ascoltare attraverso le parole della psicologa la dolcezza del rapporto raccontato dall’autore che il protagonista ha con la mamma anziana e la sua umanità, alle volte in forte antitesi con il lavoro di giudice.

cava

Leggi anche