Battipaglia, la sindaca assicura: “Pronta una rete per le famiglie bisognose”



battipaglia, francese

“Nessuno resterà indietro, presto una rete per aiutare le famiglie in difficoltà”. Lo annuncia la sindaca di Battipaglia, Cecilia Francese

L’emergenza Coronavirus sta mettendo in ginocchio gran parte dell’economia del Paese, dalle piccolo e medie imprese, sino alle grandi industrie. Da Nord a Sud, senza alcuna esclusione, numerose famiglie hanno visto il blocco di qualsiasi entrata economica, senza alcun reddito. Battipaglia, in questo momento, si sta attivando per aiutare interi nuclei familiari che stanno riscontrando difficoltà economiche e che necessitano di interventi immediati per il sostentamento in una fase critica dell’emergenza Covid-19.

Mi sono interfacciata con un gruppo di volontari, numerose associazioni, ho parlato con consiglieri e Giunta Comunale, abbiamo discusso insieme del problema. Pertanto stiamo individuando una soluzione: Don Ezio ha già dato la disponibilità della mensa – fino ad oggi chiusa – è verrà utilizzata come centro di raccolta degli alimenti, in quanto la sede della Protezione Civile, in questo momento, è totalmente occupata con la gestione dell’emergenza sul territorio, tuttavia i volontari si sono già resi disponibili a collaborare anche su questo fronte“. Lo assicura la sindaca di Battipaglia, Cecilia Francese, raggiunta telefonicamente dalla nostra redazione.

Continua la Prima Cittadina: “Abbiamo già avviato i contatti con diversi supermercati per richiedere loro la disponibilità di generi alimentari e con le “Croci” presenti sul territorio per le attività di consegna proprio di questi beni primari e necessari.” Avviate pertanto, le fasi di coordinazione dell’attività di solidarietà da parte dell’Ente Comunale e di tutte le realtà associative del territorio in difesa di quelli che, soprattutto in questo momento, riscontrano grandi difficoltà ad andare avanti: “A brevissimo partiamo con questa attività, stiamo costruendo la rete per aiutare tutti i cittadini di Battipaglia. Le adesioni che abbiamo riscontrato sono molteplici. Ce la faremo e nessuno resterà indietro“.

Leggi anche