Battipaglia, 11.3 milioni per le scuole: la parole della sindaca Francese



Battipaglia

In arrivo un finanziamento di 11.3 milioni di euro per le scuole di Battipaglia. La sindaca Francese: “Il primo risultato per cambiamento della città”

Sono 11,3 milioni di euro, destinati alle scuole di Battipaglia, il primo risultato della ricerca condotta dall’amministrazione Francese circa i finanziamenti per la realizzazione di opere cittadine.

Quel lavoro continuo, politico e tecnico teso alla ricerca di finanziamenti per realizzare opere destinate a trasformare radicalmente questa città, incomincia a dare i primi risultati, 11,3  milioni per le scuole” – ha affermato la sindaca.

Ammesse a finanziamento nel Piano Triennale dell’Edilizia Scolastica della Regione Campania: costruzione nuovo edificio scolastico Istituto Comprensivo Fiorentino € 5.800.000,00; costruzione nuovo Edificio Scolastico  Kennedy Via Belvedere € 5.500.000,00.

Il Comune investe molto per un obiettivo che è parte integrante del nostro programma elettorale. La nostra amministrazione lavora per intercettare fondi vista la non facile situazione trovata a causa del riequilibrio pluriennale. Rinnovare e migliorare il patrimonio dell’edilizia scolastica cittadina è un dovere di una buona amministrazione. E’ necessario migliorare le strutture per le attuali e nuove generazioni. Preferiamo rispondere con i fatti a chi ci accusa di stare fermi.

I progetti che porteranno al cambiamento definitivo della città richiedono sacrificio e impegno anche di quelle strutture tecniche comunali sulle quali abbiamo inteso investire fin da subito; anche con quelle figure dirigenziali, nominate al termine di una procedura improntata alla massima trasparenza, che ci siamo andati a conquistare al Ministero a Roma, e che qualcuno ancora ci contesta senza rendersi conto che senza una struttura organizzata, pienamente coinvolta e responsabilizzata e ben diretta, diventa impossibile governare una città di oltre 50mila abitanti. Saranno anni importanti che porteranno ad una vera e propria riqualificazione della città“.

Le tappe da rispettare sono le seguenti: entro il 1 ottobre 2018 il MIUR approverà con proprio decreto la “Programmazione unica nazionale degli interventi per l’edilizia scolastica” e ripartirà tra le Regioni le risorse disponibili; entro il 30 dicembre 2018 sarà autorizzato l’utilizzo delle risorse e gli enti locali beneficiari dei finanziamenti saranno autorizzati ad avviare le procedure di gare, con pubblicazione del relativo bando, ovvero ad affidare i lavori; entro il 30 dicembre 2019 gli enti locali dovranno giungere alla proposta di aggiudicazione.

Leggi anche