Baronissi, Valiante replica duramente: “Nostra posizione legittima”

valiante

Non si è fatta attendere la replica di Gianfranco Valiante alle accuse mosse dai 3 candidati sindaco a Baronissi sulla presunta ineleggibilità

Non ci sta Gianfranco Valiante. Il candidato Sindaco per il Comune di Baronissi, nel corso della conferenza stampa tenutosi presso il proprio comitato elettorale, si è sfogato sulla sua presunta ineleggibilità, dopo la polemica prevenuta quest’oggi dagli altri 3 candidati, Luca Galdi, Tony Siniscalco e Giovanni Moscatiello.

Io sono rincresciuto spiego il Candidato Sindaco – perché devo intrattenere tante persone qui, così i miei candidati che dovrebbero parlare dei nostri programmi altrove. Non c’è prova che può confutarmi per questo ‘scherzetto’ che mi hanno fatto questa mattina gli altri candidati. Una cosa che non mi aspettavo dopo il confronto di ieri sera, si vede che l’hanno studiata stanotte. Probabilmente avrebbero fatto meglio ad andare a spiegare meglio il loro programma elettorale ai cittadini, anziché pensare ad approfondire questo discorso, il che mi fa pensare che non hanno nulla da spiegare ai cittadini. Io ho ottanta splendidi candidati e oggi abbiamo dovuto disdire i nostri impegni con i cittadini e chiederemo scusa per questo, ma siamo qui per causa di forza maggiore”.

La spiegazione del funzionamento del comma 8, tirato in ballo questa mattina, da parte dell’avvocato Dario Sivolella: Moscatiello ha avuto una grossa svista, mi auguro in buona fede. Questo punto vuol dire che soltanto chi è direttore di un’Azienda Sanitaria è ineleggibile e non come annunciato dal Candidato Sindaco in conferenza stampa”.

“Grazie ai miei legali per il sostegno – continua Valiante – . Per quanto mi riguarda, non ci appartiene questa accusa perché noi nella Pubblica Amministrazione e nella politica ci siamo nati e abbiamo il rispetto della Istituzione. Quando si è posto il caso della mia sfiducia e del doppio ruolo, io ho provveduto ad interpellare ed avere parere unanimi sulla possibilità di rimanere Presidente del Consorzio Sociale della Valle d’Irno e, dopo essermi consultato, non si è sollevato il ‘vespaio’ creato che invece quest’oggi è stato creato dai tre candidati a Sindaco di Baronissi e che hanno ritenuto di dover rappresentarlo”.

Sul presunto bando: Stamattina c’è stato un altro elemento di provocazione. Il primo candidato relatore (Luca Galdi, ndr) si è dimostrato distratto perché nello scorso Agosto c’è stata una delibera da parte del Consorzio in cui si annunciava una procedura concorsuale per stabilizzare gli operatori e per assumere altri 4-5 operatori esterni. Io non posso immaginare come Baronissi possa affidarsi a persone che non sono neanche in grado di comprendere. Il bando si prevede che venga svolto ad inizio giugno, dopo la fine dell’elezioni. Se il sottoscritto fosse stato come altri candidati sindaci (in riferimento agli esempi fatti stamani), avrei fatto pubblicare questo bando già due mesi fa.

QUI il video della conferenza stampa integrale di Gianfranco Valiante.