Baronissi, la nota del consigliere De Salvo sul servizio raccolta rifiuti



serafino de salvo

“Mentre l’Assessore si fa i selfie, il servizio di raccolta rifiuti sprofonda nel degrado” queste le parole del consigliere d’opposizione Serafino De Salvo

Parte nella maniera peggiore il nuovo ciclo dell’assessore all’Ambiente. Dal suo insediamento infatti, oltre alle foto che quotidianamente pubblica per ostentare il suo nuovo ruolo, stentano a vedersi gli effetti di un impegno concreto e risolutivo su aspetti molto seri che riguardano il servizio della raccolta rifiuti e che peggiorano di giorno in giorno.

Due su tutti: i reiterati e gravi ritardi che ancora si registrano da parte dell’azienda appaltatrice nel pagamento degli stipendi, ad oggi otto lavoratori adempiono il loro dovere attendendo la loro busta paga da due settimane, motivo per il quale il Sindacato di categoria Fiadel, nella persona del coordinatore provinciale Angelo Rispoli, ha invitato l’Amministrazione Comunale, con nota prot. nr. 19-365 del 27 giugno, al pagamento in surroga; la grave e preoccupante situazione igienica e ambientale che si sta creando presso l’Isola Ecologica, dove ormai da quasi una settimana stagnano cumuli enormi di rifiuti organici che non vengono trasferiti presso i siti di smaltimento con conseguente esalazione di miasmi e fuoriuscita di percolato dai cassoni stracolmi e inidonei.

Fino a poco tempo fa la frazione umida veniva trasferita dopo poche ore dalla raccolta, adesso cosa sta succedendo? Molti cittadini mi hanno segnalato la condizione di invivibilità all’interno dell’Isola Ecologica, accentuata per giunta dal forte caldo di questi giorni, che rende per chiunque, compresi gli operatori, sempre più complicato avvicinarsi alla zona dove stagna la montagna di materiale organico. E’ una situazione di grave e netto peggioramento del servizio, di cui l’assessore sembra non accorgersi. L’Isola Ecologica, fiore all’occhiello del nostro Comune, in poche settimane sta conoscendo una grave battuta d’arresto di cui, al momento, non è dato conoscere il motivo.

Qualche amministratore faccia magari qualche selfie in meno, e spieghi ai cittadini perché sta accadendo tutto questo. Informi soprattutto sulle cause della permanenza così prolungata dei rifiuti organici presso l’Isola Ecologica, dando certezze nella soluzione e conoscenza su una questione che rischia di sfuggire di mano con conseguenze che potrebbero essere molto serie da un punto di vista igienico sanitario. E’ in questo modo che si misura la reale capacità amministrativa di affrontare i problemi, non con una macchina fotografica.

Leggi anche