HomeAttualitàAll'ospedale di Sapri dal primo Ottobre attiva Unità Skin Cancer

All’ospedale di Sapri dal primo Ottobre attiva Unità Skin Cancer

Covid-19
Aggiornamenti

Italia
441,944
Totale Casi Attivi
Updated on 1 October 2022 14:08
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag
zerottonove.it

Con l’attivazione di questa Unità Skin Cancer sarà garantita assistenza a pazienti in aree fortemente disagiate, attraverso servizi di telemedicina, prime visite dermato-oncologiche e diagnosi precoci

Grazie ad un accordo di collaborazione tra l’Asl Salerno e l’IRCCS “Fondazione Pascale” dal 1°ottobre prossimo presso l’Ospedale di Sapri sarà attivata l’Unità di Skin Cancer Si tratta di un’iniziativa fortemente voluta dal nuovo Direttore Generale dell’ASL Salerno, Ing. Gennaro Sosto, promossa in collaborazione con l’IRCCS “Fondazione Pascale”, per la realizzazione di un programma ricco di attività che forniranno assistenza a pazienti in aree fortemente disagiate, attraverso servizi di telemedicina, prime visite dermato-oncologiche e diagnosi precoci.

Tale collaborazione ha l’obiettivo di implementare con interventi tempestivi di diagnosi precoce, anche nelle more dell’implementazione e della contestualizzazione dei PDTA Aziendali, la presa in carico dei pazienti affetti da suddetta patologia, in un’area decentrata del territorio Aziendale, con lo scopo di assicurare la gestione della patologia oncologica nel principio della multidisciplinarietà, della continuità e della sicurezza delle cure attraverso il sistema di Refertazione per Immagini all’avanguardia.

Con l’apertura di una Unità Skin Cancer il P.O. di Sapri dell’ASL Salerno -dichiarano il Direttore Sanitario dott. Primo Sergianni e il Direttore Amministrativo dott. Germani Perito- diventa parte integrante della Rete Oncologica Campana per offrire ai cittadini, nel territorio più a sud della provincia di Salerno, un’assistenza sempre più qualificata e garantire i processi di presa in carico nell’ambito di un sistema regionale efficiente ed allineato ad alti standard qualitativi in ambito diagnostico assistenziale”.