Al via l’Europeo dell’est: Spagna e Germania le favorite



Poche ore al termine del countdown. Alle 18, infatti, la partita Polonia-Grecia inaugurerà gli Europei di calcio che quest’anno si disputano in Polonia e Ucraina.

Ai nastri di partenza della competizione continentale, Spagna e Germania appaiono alla maggior parte degli addetti ai lavori le favorite alla vittoria finale. Non a caso le due Nazionali si sono affrontate nella finale della scorsa edizione degli Europei e nella semifinale degli ultimi Mondiali in Sudafrica e in ambedue le occasioni è uscita vittoriosa la Spagna, campione d’Europa e del mondo in carica. Ma da quel lontano 2008, anche la Germania rappresenta una delle più prolifiche scuole di talenti internazionali. Quasi allo stesso livello va collocata l’Olanda, finalista perdente al Mondiale sudafricano e compagine trascinata da campioni del calibro di Sneijder, Robben e Van Persie, tanto per citarne qualcuno. Affascinante sarà proprio la sfida tra Olanda e Germania, valevole per la seconda giornata del gruppo B, il gruppo sicuramente più interessante del torneo, completato da Danimarca e Portogallo. La squadra lusitana, puntualmente indicata come probabile sorpresa, non sembra comunque poter impensierire più di tanto i più quotati avversari per il passaggio del turno, disponendo di una difesa alquanto scricchiolante ed avendo nel solo Cristiano Ronaldo l’unico vero campione in grado di assicurare il salto di qualità.

Possibili outsider Inghilterra e Francia, accompagnate nel  gruppo D dai padroni di casa dell’Ucraina e dalla Svezia di Ibrahimovic. La Nazionale dei  tre leoni, dopo il “terremoto Capello”, si è affidata a un’altra vecchia conoscenza del calcio italiano, quel Roy Hodgson che ha fatto subito fuori colonne come Ferdinand e Crouch e che dovrà fare a meno di pedine fondamentali come Barry e soprattutto Lampard, entrambi out per infortunio. I galletti di Laurent Blanc, invece, puntano tutto sulla fantasia di Ribery e Nasri e sulla vena realizzativa di Benzema.

E l’Italia? Tutta da scoprire la Nazionale di Prandelli che si presenta a questi Europei travolta dallo scandalo del calcioscommesse e reduce da tre sconfitte consecutive nelle ultime tre amichevoli contro Stati Uniti, Uruguay e Russia. Il ct ha dovuto rinunciare, causa infortunio, al talento di Giuseppe Rossi e in questi giorni è alle prese con dilemmi di natura tattica, ma potrà contare sul pieno recupero di Chiellini e sull’estro dei vari Cassano, Balotelli, Di Natale, Pirlo, senza tralasciare De Rossi, Montolivo e Giovinco. Insomma la qualità non manca, il punto è saperla sfruttare.  Completano il gruppo C degli azzurri la Spagna, la Croazia e l’Irlanda del Trap: tolte le “furie rosse”, un girone non impossibile.

Totale incertezza, infine, nel gruppo A, in cui l’altra squadra casalinga, la Polonia, se la vedrà con Grecia, Repubblica Ceca e Russia, in un girone che sembra partire all’insegna dell’equilibrio.

Passano il primo turno le prime due classificate di ciascun gruppo, dopodiché si andrà avanti con partite secche a partire dai quarti di finale.

Tutto è pronto, quindi. Che lo spettacolo abbia inizio e buon Europeo a tutti!

Leggi anche