Paestum, dal 26 ottobre la XX edizione della Borsa del Turismo Archeologico



La XX edizione della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico si svolgerà a Paestum dal 26 al 29 ottobre 2017

La Borsa si terrà in varie suggestive location del Parco Archeologico. Nell’area adiacente al Tempio di Cerere sarà allestito un salone espositivo, i laboratori di Archeologia Sperimentale, e gli spazi per gli “ArcheoIncontri” e gli “ ArcheoVirtual”. Presso il Museo Archeologico Nazionale ci saranno invece le conferenze e i workshop con i buyers esteri. Le conferenze si terranno presso la Basilica Paleocristiana così come la consegna dei premi e gli “Incontri con i Protagonisti”.

La Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico – si legge in una nota del Parco Archeologico di Paestum – si conferma un evento originale nel suo genere. E’ infatti sede dell’unico Salone espositivo al mondo del patrimonio archeologico e di ArcheoVirtual, l’innovativa mostra internazionale di tecnologie multimediali, interattive e virtuali. Luogo di approfondimento e divulgazione di temi dedicati al turismo culturale ed al patrimonio.

Un format di successo testimoniato dalle prestigiose collaborazioni di organismi internazionali, come l’UNESCO

Oltre che da 10.000 visitatori, 100 espositori di cui 20 Paesi esteri, circa 70 tra conferenze e incontri, 300 relatori, 30 buyer esteri, 100 operatori dell’offerta, 100 giornalisti accreditati.

Numerose le sezioni speciali- prosegue la nota del Parco- organizzate per l’evento. Ad esempio “ArcheoIncontri” per conferenze stampa e presentazioni di progetti culturali e di sviluppo territoriale. O ancora “ArcheoLavoro” orientamento post diploma e post laurea con presentazione dell’offerta formativa a cura delle Università presenti nel Salone.  Interessante la sezione “ArcheoStartUp” in cui si presentano nuove imprese culturali e progetti innovativi nelle attività archeologiche. In ultimo la sezione “ArcheoTeatro” che prevede spettacoli e workshop di orientamento e formazione teatrale. Incontri con i Protagonisti nei quali il grande pubblico interviene con importanti archeologi e i noti divulgatori della TV.

Organizzati anche tre premi all’interno dell’evento. Uno intitolato all’archeologo di Palmira che ha pagato con la vita la difesa del patrimonio “Khaled al-Asaad”,  Premio alla scoperta archeologica dell’anno. . Il premio “A. Fiammenghi” per la migliore tesi di laurea sul turismo archeologico. Il premio “Paestum Archeologia” assegnato a coloro che contribuiscono alla valorizzazione del patrimonio culturale. Inoltre ci saranno visite guidate ed educational per giornalisti e visitatori.

Leggi anche