Home Attualità Vertenza ex addetti Copas, scatta la mobilitazione

Vertenza ex addetti Copas, scatta la mobilitazione

Covid-19
Aggiornamenti

Italia
276,457
Totale Casi Attivi
Updated on 29 October 2020 10:52
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag

Scatta la mobilitazione degli ex addetti Copas contro la società del gruppo Lettieri. Rispoli: “Il nuovo contratto offende la dignità delle maestranze”

Sono pronti a scioperare gli ex addetti della Copas alle prese con il nuovo contratto imposto dalla proprietà che fa capo alla famiglia Lettieri e riguarda le pulizie per il centro commerciale “La Fabbrica“. Le maestranze, se non riceveranno risposte nelle prossime ore, sono pronti indire un’assemblea nel giorno dell’Immacolata Concezione (8 dicembre) per difendere i propri diritti.

A confermare la vicenda è Angelo Rispoli, segretario generale della Fiadel provinciale. “A questi lavoratori era stato applicato un contratto di 40 ore a tempo determinato per le pulizie all’interno del centro commerciale “Le Cotoniere”. Qualche mese fa gli è stato comunicato di andare in disoccupazione speciale, per la riduzione delle commesse legate a “Le Cotoniere”, con la promessa di firmare un nuovo contratto quando sarebbe entrato in regime l’attività presso il complesso de “La Fabbrica”. Qui però è arrivata la sorpresa“.

A detta del sindacato, infatti, ai lavoratori sarebbe stato offerto un contratto a tempo indeterminato a 18 ore e, dunque, una paga minore rispetto al passato. “Parliamo di stipendi da fame, che non superano i 700 euro a operaio. E’ inaccettabile tutto questo perché si sta rasentando la povertà. Se la famiglia Lettieri non ci darà risposte proclameremo un’assemblea di tre ore, su un totale di quattro ore lavorative, nella giornata dell’8 dicembre“.