Trofeo Abatese Cup vittorie per Salerno e Napoli



IV Trofeo A

Il 2 giugno, a Sant’Antonio Abate (Na), si è  svolto il quarto “Trofeo Abatese Cup” che da tre anni è dedicato alla memoria di Enzo Gargiulo, ex calciatore Abatese e dirigente Ge.Ca.

trofeo
Le tre categorie Ge.Ca.  al 3° Memorial Gargiulo. IV Ed. Abatese Cup.

Oltre a tutta l’organizzazione, egregiamente curata, la ASD Scuola Calcio Ge.Ca. ha partecipato alla competizione in tutte le categorie previste: 2004-2005-2006. Sebbene alla competizione hanno partecipato scuole campane, calabresi e siciliane, la vittoria finale ha avuto un asse Napoli-Salerno.

trofeo
Una delle tante formazioni Salernitane – Aquilotti Irno.

Infatti, nella Categoria 2004 ha trionfato la SC Millennium di Salerno, e nelle categorie 2005 e 2006 il Campania Soccer di Napoli.

trofeo
SPD Azzurra di Altavilla Silentina -Sa-.

Queste invece tutte le squadre che sono scese in campo nelle diverse categorie, per un totale di 15 scuole partecipanti e ben trenta squadre che hanno abbracciato le tre categorie: ASD Ge.Ca. (Na); Atletico Lettere (Na) ; ASD S.Gennaro Free Time (Na); SPD Azzurri Carillia (Sa); SCD Vesuvio (Na); Calcio Ok (Av); Real Vitulazio (Ce);

trofeo
SCD Vesuvio.

Aquilotti Irno (Sa); Sorrento (Na); LING Mondo Nazione (SA); G.Saviano (Na); SC Millennium (SA); Promo Sport Amantea (Cs); Campania Soccer (Na);  Joga Bonito e ASD Real Lions (Av).

trofeo
Squadre allineate sul V.Varone.

Nella festa di Sport e Spettacolo, dove hanno partecipato tutte le famiglie dei ragazzi, il teatro dei giochi è stato il Vigilante Varone, lo Stadio Comunale di Sant’Antonio Abate (Na).

trofeo
Fase di gioco in una delle tantissime gare svolte.

Una giornata di sole contraddistinta da una miriade di maglie colorate, con tante esplosioni di gioia, iniziata alle ore 8 per concludersi con i fuochi d’artificio atti a festeggiare tutti (e non solo i vincitori della SC Millennium e Campania Soccer).

trofeo
Cerimonia di ouverture al IV trofeo Abatese Cup.

Tutto come da copione, alle ore 9 l’alzabandiera in piazza Libertà, presieduta dal rieletto sindaco dott. Antonio Varone, con l’esecuzione dell’Inno Nazionale Italiano.

trofeo
Il Sindaco A.Varone apre il IV Trofeo Abatese.

Subito dopo, partenza a piedi per il vialone che conduce al Comunale Vigilante Varone. Tutte le squadre sfilano e si posizionano sul terreno di gioco dove viene dato il calcio d’inizio simbolico.

trofeo
Gennaro Scognamiglio.

Compito questo affidato al rappresentante del calcio abatese: il professionista Gennaro Scognamiglio, fresco di promozione in “B” con il Perugia e con ben sei reti al suo attivo, impresa non facile per lui che ricopre un ruolo difensivo.

trofeo
Formazioni allineate sul Campo.

Dopo i ringraziamenti a tutti gli Abatesi, per l’affetto che questa città gli ha sempre mostrato, Gennaro ha presentato anche i primi quattro incontri che sono iniziati solo con qualche minuto di ritardo sull’effettiva tabella di marcia.

trofeo
Amantea.

Nei cinque campi disegnati dall’organizzazione (tre più grandi per i 2004 e due più piccoli per i 2005/06) fino alle ore 13 è stato un alternarsi di gare che ha poi ripreso alle 15.30.

trofeo
Mondo Nazionale

Alle 20.30 è iniziata la cerimonia di premiazione, che ha sancito la vittoria della SC Millennium (Sa) nella categoria 2004 e quella della Campania Soccer nelle due categorie 2005 e 2006.

Squadre allineate prima degli incontri
Squadre allineate prima degli incontri.

Appuntamento, ora, al prossimo anno per vivere un’altra intensa giornata di sport e socializzazione.

Leggi anche



Articolo precedenteLicusati, ora in 2a categoria: è festa con i Paranza Vibes
Prossimo articoloValiante: “Questo è il nostro programma”
Avatar
Pasquale D’Aniello, giornalista, nato a Sant’Antonio Abate in provincia di Napoli. Da sempre appassionato di calcio con alcune esperienze dilettantistiche sul campo e sulla panchina. Autore nel 2012 del Libro: "Scugnizzeria agli Albori di un Successo"​ e premiato a Gallipoli nel 2015 (Torneo Internazionale che assegna il Trofeo Caroli Hotels), quale miglior giornalista del calcio giovanile. L'approccio con il calcio giovanile dilettantistico e professionistico da qualche decennio, ha fatto maturare in me nuove convinzioni ed intravedere nuovi orizzonti. "​ Il calcio è educazione, è economia, è uno dei modi di essere società"​. Tutto questo mi ha portato ad essere un "Cronista del calcio giovanile Campano"​, con il fine ultimo di far comprendere che questo Sport deve essere una sana sfida per misurare l'estro calcistico e nulla ha, che possa riguardare il fanatismo e qualsiasi altra devianza che provoca rancore anche a pochi metri di distanza tra i vari campi di calcio. La fortuna poi, di incontrare tantissimi professionisti legati a questo mondo, ha fatto il resto...