Stazione Marittima di Salerno, la protesta dai cittadini disabili



Hospitality sud

La Stazione Marittima di Salerno, appena stata inaugurata, è già al centro di polemiche: la presidente dell’Associazione Mi girano le ruote solleva la protesta per le difficoltà riscontrate dai diversamente abili nel visitarla

Stazione Marittima di Salerno: a due giorni dall’inaugurazione spuntano le polemiche. La presidente dell’Associazione di Promozione Sociale “Mi girano le ruote”, Vitina Maioriello, ha segnalato che la bellissima struttura che ha da poco aperto i battenti non risulta essere a norma di legge per la fruizione dei cittadini disabili. 

Il primo problema è riscontrato già all’ingresso dove, secondo la presidente, non è presente un parcheggio per i diversamente abili che consenta di posteggiare agevolmente la vettura, ed i posti più accessibili sono decisamente lontani, per cui difficilmente raggiungibili da persone con difficoltà o su sedia a rotelle. Si potrebbe ovviare sistemando delle strisce gialle appositamente per disabili.

stazione marittima
Stazione Marittima di Salerno, la protesta dai cittadini disabili

Altro problema sono delle rampe, che hanno una pendenza che addirittura non è consentita dalla legge, e che provocherebbe enormi difficoltà per carrozzine. Si potrebbe ovviare creando un’entrata laterale direttamente sulla strada.

All’ingresso sono presenti una scalinata ed un marciapiede, sui quali i gradini non potrebbero procedere nè disabili nè altre person
e, che possono ugualmente scivolare e cadere. 

Alla reception sono presenti dei banchi così alti da non consentire la visione da parte degli addetti di persone sulla sedia a rotelle o di bassa statura.

Gli  ascensori non sono ancora funzionanti, per cui ai cittadini disabili non è consentito l’accesso al piano superiore della Stazione Marittima, dove non è presente neppure una biglietteria e spazi adeguati in cui muoversi.

L’Associazione ha segnalato questi disagi durante la visita turistica nel giorno dell’inaugurazione.

Leggi anche