Stagione teatrale presentata a Mercato San Severino



Si è tenuta presso la “Sala Gonfalone del Palazzo Vanvitelliano”, la presentazione di quella che sarà la stagione teatrale 2015/2016, che avrà luogo al teatro Comunale di Mercato San Severino

Martedì 27 ottobre, alle ore 10:30, ha avuto luogo la presentazione della stagione teatrale in cui sono stati presentati i nove spettacoli che si succederanno dal 30 ottobre fino ad aprile.

stagione tatraleSpettacoli all’insegna della comicità e della buona musica, e a tal proposito son intervenuti l’Assessore alle Politiche Culturali  Assunta Alfano, l’Assessore per le Politiche per lo Spettacolo Rosa Ascolese, il Presidente della Fondazione del Teatro Andrea Torre e Fabio Stornaiuolo, responsabile del Teatro di Mercato San Severino.

Il tema centrale su cui verte tutto il convegno, è l’avvicinamento dei giovani al teatro, grazie anche alla presenza di personaggi famosi che si esibiranno sul palcoscenico, con l’intento proprio di far avvicinare quei ragazzi che hanno perso la passione verso questa nobile arte. Tale concetto viene sicuramente ribadito dal Presidente Andrea Torre che esordisce citando le parole famose di un noto scrittore “La cultura è un bene comune primario come l’acqua; i teatri, i cinema, i musei sono come fontane dove poter trovare refrigerio e dissetarsi”. Il discorso poi è scivolato su quelli che saranno i nove spettacoli che andranno in scena, a partire dal 30 Ottobre si inizierà  con la commedia Teatrale di Federico Salvatore con “…E noi zitti sotto”. Il presidente Andrea Torre ha sottolineato con soddisfazione la partecipazione agli spettacoli di personaggi illustri come Biagio Izzo che porterà sulla scena “L’amico del cuore”,  e terminerà con un’altra grande commedia con Laura freddi in “stressati… ancora di più”. 

Viene ribadito non solo dal Presidente ma anche da tutti coloro che hanno presenziato alla conferenza, una sensibile riduzione del costo di abbonamento per la visione degli spettacoli, e inoltre la possibilità di pagare anche a rate questo affinché secondo il Presidente del teatro, ” Si possa venire in maniera decisa in aiuto delle persone, e le si possa aiutare ad avvicinarsi ad un ambiente come quello del teatro”. Inoltre ha continuando soffermandosi sulla sinergia con l’Università degli studi di Salerno aprendo le porte a dei laboratori didattici.

Leggi anche