Sprofonda una cappella al cimitero di Salerno, due feriti

eboli

Poteva finire peggio. Un Ognissanti tragico quello del cimitero di Salerno, dove, nella mattinata proprio di ieri, il pavimento di una antica cappella gentilizia è letteralmente sprofondato, portando con sé due donne, per una caduta di circa due metri. Sul posto sono arrivati subito i carabinieri, agenti della polizia municipale e della questura di Salerno e, soprattutto, i Vigili del Fuoco, che hanno soccorso le  donne, due sorelle salernitane di 48 e 58 anni, che, trasferite poi al pronto soccorso del San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona, hanno riportato una un lieve trauma cranico e varie escoriazioni, mentre l’altra un politrauma. L’incidente è stato provocato dal cedimento di una lastra di marmo che faceva da pavimento e dal quale si accedeva per il posto di consumazione. La cappella, dove le donne si erano recate per le pulizie e che ora è stata transennata, si trova nel lato del nuovo cimitero di località Brignano.