Smentito ritiro di De Luca alle elezioni primarie



Smentita una clamorosa falsità sul ritiro di De Luca, diffusa dal sito fanpage.it: non rinuncia alla corsa verso le elezioni primarie

Elezioni primarie sfumate per il sindaco Vincenzo De Luca secondo  fanpage.it. Diffusa ultimamente sulla piattaforma virtuale la notizia, infondata, che De Luca, dopo un accordo preso a Roma con il fidato collaboratore del premier Renzi Luca Liotti, avesse elaborato degli accordi per la rinuncia del suo posto alle elezioni primarie, che si terranno il 21 febbraio.

Elezioni Primarie

In una recente intervista rilasciata a Radio 24, lo stesso sindaco aveva ribadito con forza propositiva che l’accusa di abuso d’ufficio a suo carico, non gli avrebbe impedito di presentare la sua candidatura alle elezioni primarie del PD come presidente della Regione, in contrapposizione a Caldoro. Sembrava dunque alquanto improbabile una retromarcia così incoerente e repentina. Addirittura, secondo il sito, la decisione sarebbe stata presa già nella giornata di ieri, e sarebbe stato presto ufficializzata in queste ore il ritiro dalle elezioni primarie. Sarebbe stata un’uscita contrapposta a un’entrata, quella del neo presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Il sospetto era, infatti, che l’accordo sarebbe stato preso durante lo spoglio delle schede dei grandi elettori, e la proclamazione del candidato vincitore. Come ormai è stato appurato, non ci sarà alcuna uscita, a dispetto della falsa voce serpeggiata, sicuramente opera di qualche “malalingua” dell’opposizione.

Il Primo Cittadino, pur avendo fatto tanto per Salerno, non è un santo, e dunque non possiede il dono dell’ubiquità. Lo stesso infatti, smentisce con forza questo fantomatico incontro con Liotti, in quanto nella giornata di ieri non era a Roma, bensì a Carinaro (CE), per cominciare a raccogliere proseliti per il suo programma, senza alcuna ritrosia o rinuncia. Nonostante gli impedimenti e le presunte rinunce che vogliono nuocere ancora alla sua immagine, De Luca è più determinato che mai a figurare alle elezioni primarie.

Leggi anche