Siano, l’ANPANA avvia l’operazione “Safe Dogs”



covid-19, animali
immagine da pixabay

A Siano l’ANPANA lancia l’operazione “SAFE DOGS” per rilevare i cani senza microchip. Si tratta inoltre di un invito al rispetto del territorio e degli animali

Le guardie ecozooflie ANPANA del Distaccamento di Siano da sempre impegnate nella tutela di animali e territorio hanno dato il via all’operazione “SAFE DOGS”.

L’operazione, avviata dal responsabile di zona Flavio Esposito, prevede che il territorio sia costantemente monitorato da autoradio in pattuglia. Queste ultime hanno il compito di controllare se i cani sono muniti di microchip e vaccinazioni. Oggi infatti la microchippatura è obbligatoria, come disposto dalla Legge n. 281 del 14 agosto 1991. Le guardie ecozoofile anpana inoltre effettuano anche controlli per verificare che le persone a spasso con i propri cani raccolgano le deiezioni.

L’ANPANA nel Comune di Siano ha deciso di avviare una vera e propria campagna di sensibilizzazione volta al rispetto non soltanto degli animali ma anche dell’ambiente. Per questo motivo si è deciso di informare tutta la comunità civile anche al fine di evitare di sanzionare comportamenti illeciti e incivili. “L’operazione SAFE DOGS” -come ci hanno rivelato i responsabili dell’associazione- “è stata già adottata in altri Comuni sotto forma di altri nomi raggiungendo dopo non molto tempo ottimi risultati, quindi, per il Comune di Siano faremo lo stesso e siamo certi di riuscire in questa grande ed impegnativa impresa.

Leggi anche