Shakespeare, “Le Ombre” ricordano la magia 400 anni dopo



Il teatro salernitano ricorda il genio di Shakespeare con una compagnia giovane e formata da ragazzi appassionati d’arte

Il 23 aprile, presso il teatro “Nuovo” la compagnia teatrale “Le Ombre” andrà in scena con “Sogno di una notte di mezza estate”, colonna portante della produzione artistica di William Shakespeare.

La data non è stata scelta a caso, in quanto stesso il 23 aprile cade il 400esimo anniversario della morte del famoso drammaturgo inglese, perciò la compagnia ha deciso di omaggiarlo con una delle sue commedie più famose.

Il regista Gianni D’Amato per la prima volta si è misurato con un testo shakespeariano, riadattando il testo con la sua traduzione e stravolgendo la regia e l’allestimento.

Al cast sono state inserite le nuove leve della compagnia, provenienti dalla scuola di recitazione, danza e canto “l’Altrarte”, ragazzi pieni di talento e forza di volontà, che oltre ai ruoli di attori, si sono cimentati nei ruoli di direttori di scena, tecnici audio e luci, costumisti e scenografi.

I costumi e le scenografie sono ideati e disegnati da Mariachiara Basso con la supervisione del regista, che si è preso cura di mantenere l’atmosfera magica e fiabesca tipica del testo.

Elemento musicale originale e suggestivo presente in scena è il violino, che farà da colonna sonora con composizioni inedite, suonato da Maria Scognamiglio.

Il messaggio è chiaro, far addentrare il pubblico in un sogno ad occhi aperti, ricordando la magia e le atmosfere che il teatro di Shakespeare ancora riesce a regalarci dopo 400 anni.

L’appuntamento è per sabato 23 aprile 2016 al Teatro Nuovo di Salerno alle ore 21.00.

Per info e prenotazioni clicca QUI.

 

Leggi anche