SEM, Donne Geometri: “Le nostre case sono malate”



Allarme SEM, la Sindrome dell’Edificio Malato è pericolosa per l’uomo. Gli esperti sconsigliano l’uso di formaldeide o materiali nocivi, che possono ridurre la durata della vita

SEM. Sapevi che le case possono ammalarsi? E con loro anche scuole, ospedali, uffici commerciali. A sostenerlo sono gli esperti dell’Organizzazione Mondiale della Sanità: da recenti studi emerge che la Sick Building Syndrome (o SEM, Sindrome dell’Edificio Malato) colpisce il 30% degli edifici analizzati nell’Europa Occidentale.

È ormai dimostrato che anche tumori, allergie e calo della concentrazione sono riconducibili al tipo di materiali usati per le costruzioni. Secondo Antonella Spina, referente del Comitato Donne Geometri di Salerno, “anche intonaco, malta, errata progettazione ed esposizione creano muffe o condizioni poco favorevoli che, alla lunga, riescono ad incidere sulla salute dell’uomo”.

La problematica, complessa e solo recentemente analizzata da esperti statunitensi, è però assai datata e, proprio per questo, interesserebbe la maggior parte delle costruzioni oggi esistenti. “Attraverso il Collegio Provinciale Geometri e Geometri Laureati di Salerno” spiega la dottoressa Spina “intendiamo sensibilizzare i tecnici sulla prevenzione di condizioni nocive, valorizzando malte naturali ed ecocompatibili o facendo attenzione alla qualità della ventilazione”.

SEM

Il Comitato Donne Geometri è stato tra i primi a recepire l’importanza del fenomeno, organizzando seminari informativi in tutta Italia: la presidentessa Paola Allegri sottolinea che “pochi conoscono, ad esempio, l’azione del radon, un gas proveniente dal sottosuolo che penetra nelle abitazioni e ogni anno stermina circa 3.300 persone: un vero e proprio terremoto silenzioso”.

Umidità e muffe possono causare anche allergie, congiuntiviti ed asme invalidanti: “Elementi come l’amianto e il radon generano building related illness” spiega Nicola Fiotti, medico e ricercatore presso l’Università di Trieste “cioè malattie facilmente riconducibili ai materiali del fabbricato; quando l’edificio consta invece di formaldeide o un mix di agenti chimici non direttamente imputabili, si parla di SEM, ovvero di edificio malato, poiché non si conosce la causa del suo morbo. La comunità medica ha sempre ignorato i danni derivanti dalla composizione dell’ambiente domestico, e in tal senso la partita tra geometri e medici, per il momento, resta ferma per 1 a 0”.

A giugno di quest’anno, presso il Collegio dei Geometri di Milano, il Comitato Donne Geometri dovrebbe inaugurare il primo corso speciale di 40 ore interamente dedicato all’argomento: l’interesse suscitato nel pubblico (totalmente spontaneo, visto che se ne parla poco) sta contagiando, infatti, tutta la Penisola.

Leggi anche