Home Salerno Sconfitte al tie break per l'Indomita maschile e femminile

Sconfitte al tie break per l’Indomita maschile e femminile

Covid-19

Italia
13,368
Totale Casi Attivi
Updated on 11 August 2020 7:34
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag

Nella seconda giornata di Campionato di Serie C, amare sconfitte, entrambe al tie break, sia per l’Indomita maschile sia la compagine femminile.

- Advertisement -

La squadra di Roberto Corvo, dopo la sconfitta all’esordio contro l’Arzano, cade anche in casa dello Sparanise; Morriello e compagni devono accontentarsi di un solo punto, dopo un’autentica battaglia.

Primi due set all’insegna dell’estremo equilibrio. Le due squadre si fronteggiano punto a punto, senza che nessuna delle due riesca a mettere a segno il break decisivo. Il primo set viene vinto in volata dai padroni di casa 25-23, il secondo dall’Indomita di capitan Vitale, all’esordio stagionale, sempre con il punteggio di 25-23.

Nel terzo Sparanise parte bene e, anche a causa di qualche errore di troppo dei ragazzi di Roberto Corvo soprattutto in ricezione, riesce ad accelerare e a controllare fino al 25-19 finale. L’Indomita non molla e con grande grinta torna in campo nel quarto set e grazie ai punti del solito Marco Pagano, miglior realizzatore in casa Indomita, mette in difficoltà la squadra casertana e riesce a chiudere il set 25-20, portano la partita al tie break.

Al quinto, esattamente come avvenuto contro l’Arzano, un piccolo black out in casa Indomita consente agli avversari di scappare subito. Sparanise poi chiude 15-8.

“Torniamo a casa con un solo punto – ha dichiarato il tecnico dell’Indomita Roberto Corvoe con un pizzico di amarezza perché probabilmente con un po’ di attenzione in più avremmo potuto vincere la partita”. Due partite, due punti, questo il bilancio dell’Indomita in quest’avvio di stagione: “Dobbiamo allenarci e migliorare. Anche contro lo Sparanise siamo stai disattenti e abbiamo sofferto troppo in ricezione. Ho visto, però, una squadra in crescita e speriamo di poter conquistare il primo successo sabato prossimo contro il Nola”.

 

Ecco il tabellino del match:

GRANVOLLEY SPARANISE-INDOMITA SALERNO 3-2

(25-23, 23-25, 25-19, 20-25, 15-8)

SPARANISE: Manganello, Feroce, Funicello, Mandara, Mecchia, Merola C., Merola G., Manfreda E., Manfreda V., Vitale D’Auge (L). All. Luciano

INDOMITA: Vitale, Cacciottolo, Califano, Capriolo, Catone, Laurenzi, Morriello, Sabatino, Scariati, Sofia, Pagano, Abbundo (L).     All. Corvo

 

A Salerno, tie break amaro anche per l’Indomita femminile che alla palestra Senatore contro la Partenope deve accontentarsi di un solo punto al termine di un match davvero entusiasmante. Cinque set equilibrati, avvincenti e ben giocati dalle due squadre che hanno davvero lottato su ogni pallone.

L’Indomita nel primo set parte bene. Netti i miglioramenti rispetto all’esordio in casa del Vbc Battipaglia. Con l’ottima regia della palleggiatrice Scoppetta le indomitine riescono a chiudere il set 26-24. Nel secondo set è ancora l’Indomita a partire bene ma un lieve calo nella parte finale consente alla Partenope, trascinata dai punti di Staiano e Sicuranza, di chiudere il set 25-23.

Nel terzo l’Indomita parte forte e mette a segno un break che appare decisivo. Sul 17-10 però le indomitine si fanno recuperare e la Partenope chiude ancora 25-23. Nel quarto set parte meglio la formazione ospite. Al time out tecnico del set si arriva sul punteggio di 12-9 per le ospiti. L’Indomita ci prova ma la Partenope controlla bene e ribatte punto a punto. Sul 20-16 per le napoletane la pratica sembra chiusa. Ferrara, dieci punti per lei a fine gara, e compagne non mollano e si riportano sul 22-21. Nuovo allungo napoletano e si va sul 24-22 con due matchball per la Partenope. La Senatore si trasforma in una vera e propria bolgia e aiuta le ragazze della presidente Ruggiero nell’incredibile rimonta fino al 26-24 che porta la sfida al quinto set.

Al tie break parte meglio la Partenope che arriva al cambio campo sul punteggio di 8-4. Sul 12-8 sembra finita ma con uno strepitoso parziale, l’Indomita va avanti 14-13 tra l’entusiasmo del pubblico presente in massa sugli spalti della Senatore. Partenope, però, annulla il match ball e chiude poi 16-14. Da segnalare in casa Indomita i 19 punti di Liguori, all’esordio stagionale, e i 18 dell’opposto Caruccio. Tanti applausi per l’Indomita a fine gara e il primo punto stagionale: “Di positivo c’è che abbiamo mosso – ha dichiarato il tecnico dell’Indomita Francesco Tescione – la classifica, abbandonando quota zero. C’è un pizzico di rammarico per come abbiamo gestito alcuni frangenti del match. Magari con un po’ di attenzione in più avremmo potuto vincere il terzo set e forse la gara sarebbe cambiata. Comunque rispetto alla prima giornata ho visto dei miglioramenti importanti”.

 

Tabellino della partita:

INDOMITA SALERNO-PARTENOPE 2-3

(26-24, 23-25, 23-25, 26-24, 14-16)

INDOMITA: Caruccio 18, Liguori 19, Ferrara 10, Izzo 13, Cataldo 5, Scoppetta 7, Giannatiempo, Rescigno (L) 1. Viceconti, Pagano, Luongo, Calabritto.                                                                                                                                                                                                                                      All. Tescione

PARTENOPE: Crimaco 3, Staiano 24, Di Martino 5, Colace 10, Sicuranza 17, Basso 14, Saetta (L), Porcaro, Iannelli G., Iannelli N., Cioffi, Cappelluzzo.                                                                                                                                                                                                                                       All. Cimmino

LiveZon
zerottonove