Cane aggressivo finisce ai “domiciliari” a Sarno

sarno

Un meticcio di nome Wisky per ordine del sindaco di Sarno è finito ai “domiciliari” in seguito a diverse denunce per aggressioni su alcuni passanti

Messaggio elettorale a pagamento commissionato da Carmine Vicinanza

Un caso curioso, quello successo a Sarno, dove il sindaco Giuseppe Canfora ha emesso un’ordinanza nei confronti di una 41enne, residente in via Sarno Striano, che la obbliga a tenere il suo meticcio Wisky in casa per salvaguardare l’incolumità dei passanti.

Come afferma La Città di Salerno, il cane, secondo quanto relazionato dall’unità operativa veterinaria dell’Asl Salerno, si sarebbe reso responsabile di episodi contro l’incolumità pubblica. In particolare, Wisky avrebbe aggredito due passanti in due episodi differenti – il 27 marzo 2018 e il 17 maggio 2017 – con una terza denuncia che è giunta il 15 febbraio 2019.

In seguito a quest’ultima segnalazione il dirigente del servizio veterinario dell’Asl Salerno, il dottore Antonio Di Luccio, ha provveduto a trasmettere una proposta di ordinanza sindacale e a notificarla al sindaco Canfora e al comando di Polizia Municipale di Sarno.