San Valentino Torio, evento di solidarietà per le popolazioni colpite dal sisma



A San Valentino Torio si terrà sabato 8 settembre un evento di beneficenza per le popolazioni italiane colpite dal sisma e per ricordare l’amico Pasquale Sirica. Il sindaco Strianese ha invitato tutta la cittadinanza a partecipare e ringraziato il comitato civico degli amici di Gigi Longobardi che ha collaborato nell’organizzazione di questo importante evento.

Sabato 8 ottobre si terrà nella villa comunale di San Valentino Torio un evento di solidarietà il cui ricavato andrà in beneficenza a favore dei terremotati di Amatrice, Accumoli e Arquata del Tronto.

Tale evento ha una duplice importanza e finalità, perché da un lato il ricavato sarà devoluto interamente alle popolazioni italiane colpite dal sisma lo scorso agosto e dall’ altro, durante la manifestazione, si ricorderà  l’amico Pasquale Sirica.

Non è la prima volta che il comune di San Valentino Torio si mobilita per aiutare le popolazioni colpite dal sisma. Già il mese scorso, infatti, aveva devoluto tutto l’incasso della prima serata del “Pizza Festival 2016”, evento che si è tenuto a settembre, a favore dei terremotati di Amatrice. Il primo cittadino di San Valentino Torio, Michele Strianese, ha invitato tutta la cittadinanza a partecipare con queste parole:

“Venite quindi tutti in Villa Comunale per mangiare un piatto di Amatriciana e passare una serata in allegria .Tutto il ricavato andrà in beneficenza per i nostri connazionali che vivono un momento difficile, cosi come già fatto nella prima serata del Pizza Festival 2016. Un ringraziamento per la bellissima iniziativa va agli amici del Comitato Civico Amici di Gigi Longobardi”.

Leggi anche



Articolo precedenteSalerno, impianto dei reflui urbani sequestrato
Prossimo articoloIncidente Montecorvino Rovella, 37enne muore in ospedale
Avatar
Mi chiamo Rosanna Mazzuolo, per gli amici sono Rosy, classe ’96. Mi sono diplomata al liceo linguistico “Giambattista Vico” sito in Nocera Inferiore nell’anno scolastico 2014/2015. Conosco tre lingue straniere ossia l’inglese, il francese e lo spagnolo. Devo molto ai cinque anni del liceo, perché mi hanno formata non solo dal punto di vista intellettuale, ma anche come persona. Proprio in tale periodo mi sono avvicinata alla scrittura e ne sono rimasta così affascinata che ho deciso di mettermi in gioco. Attualmente frequento il corso di laurea triennale di Scienze dell’Educazione, curricola Scienze e Metodologie dell’Educazione (SME), presso l’Università degli Studi di Salerno. Amo molto scrivere perché ciò racchiude tante emozioni e sensazioni. Per scrivere non c’è bisogno solo di passione e di creatività, ma anche di determinazione e forza di volontà, dunque mi sono chiesta perché non provarci? Il mio motto personale è “Scrivi con furia, correggi con flemma” (W.D. Roscommon). Da poco sono entrata a far parte di questa magnifica redazione, ne sono fiera e mi impegnerò al massimo!